Links condivisione social

Scuole di Specializzazione per laureati medici

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Pecci Alessandro

 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Allergologia e Immunologia Clinica dell’Università degli Studi di Pavia ha sede presso la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia ed afferisce al Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica.

La struttura di sede della Scuola permette ai Medici in formazione specialistica di svolgere la maggior parte della loro attività formativa presso l’UOC di Medicina Generale I, in particolare presso l’ambulatorio di Allergologia, i reparti di degenza e la MAC.

Completano il piano formativo i numerosi periodi di formazione svolti presso le altre strutture della rete della Scuola, in particolare le Strutture Collegate (Ambulatorio di Allergologia degli Istituti Clinici Scientifici Maugeri di Pavia) e le Strutture Complementari (ad esempio, l’Ambulatorio di Allergologia pediatrica e l’Ambulatorio di Reumatologia della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo).

Le attività professionalizzanti obbligatorie volte al raggiungimento dei tre livelli di autonomia previsti nel DM 68/15, fino all’autonomia completa, vengono acquisite anche nel corso di periodi di formazione extra-rete, compatibilmente con gli interessi personali per un particolare ambito all’interno delle aree affini alla scuola di specialità (ad esempio, MAC/Ambulatorio di Allergologia dell’Ospedale Ca’ Granda di Milano ed UOC di Dermatologia del Policlinico di Milano).

Nei periodi di formazione svolti presso la Medicina Generale I della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia è previsto lo svolgimento di guardie feriali e festive, sia diurne che notturne, sempre in affiancamento ad un dirigente medico.

E’ prevista infine la possibilità di frequentare periodi di studio all’estero, nell’ambito di collaborazioni scientifiche.

Durante l’intero percorso formativo, il Medico in formazione specialistica viene avviato alla partecipazione e collaborazione alle attività di ricerca scientifica delle strutture della rete formativa, finalizzate anche a pubblicazioni scientifiche con divulgazione in sede di Congressi nazionali e/o internazionali.

Il percorso formativo è integrato con cicli di lezioni di didattica frontale, la cui frequenza è obbligatoria, organizzate per la Scuola di Allergologia e Immunologia Clinica; ai Medici in formazione specialistica viene offerta anche la partecipazione alle lezioni della Scuola di Medicina Interna, compatibilmente con l’attività didattica della scuola di pertinenza. Il Medico in formazione specialistica è tenuto alla partecipazione ai seminari di ricerca e di clinica promossi all’interno della Struttura di sede.

Segreteria della Scuola

Dott.ssa Elisa Gobbi
Tel. 0382985912
mail: elisa.gobbi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Galeazzo Alice

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Molecolare

AREA: SERVIZI CLINICI

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Marco Paulli

 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Anatomia Patologica dell’Università degli Studi di Pavia fornisce ai medici in formazione, un’ampia serie di nozioni scientifiche e pratico-applicative, con finalità professionalizzanti. L’ insegnamento si occupa della anatomia patologica sistematica affrontando i diversi settori della diagnostica anatomo-patologica, a partire dal riscontro diagnostico sino all’esame macroscopico e microscopico, coadiuvati da una serie di tecniche ancillari o di supporto quali l’immunoistochimica, la biologia molecolare, e l’esame ultrastrutturale. L’apprendimento avviene mediante un percorso graduale, sotto la costante supervisione di docenti e “tutors”, tutti dotati di una consolidata esperienza diagnostica e di un alto profilo scientifico. Il medico in formazione potrà quindi approfondire le diverse branche sub-specialistiche comprese nella disciplina, avvalendosi quando necessario anche del supporto fornito dall’ampia rete formativa di cui si avvale la Scuola. L’ Unità di Anatomia Patologica, sede della Scuola, è inserita nel Dipartimento di Medicina Molecolare, uno dei Dipartimenti d’eccellenza dell’Università di Pavia, dove è riservata una particolare attenzione alle tematiche della medicina traslazionale, soprattutto in ambito oncologico ed oncoematologico. Questo dà modo ai medici in formazione di poter contare anche su di una solida base per lo sviluppo dei loro eventuali interessi nel campo della ricerca. Tra i settori di spicco della diagnostica e della ricerca anatomo-patologica condotti nella nostra Unità ricordiamo in particolare l’emo-linfopatologia (linfomi, malattie mieloproliferative, amiloidosi, etc.), la patologia gastroenterologica (malattie infiammatori e tumorali) e neuroendocrina, le patologie del distretto testa-collo, e la patologia mammaria. I medici in formazione sono chiamati a presenziare alle attività diagnostiche routinarie, a comprendere anche le riunioni clinico-patologiche previste nei PDTA (Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali) nei quali sono inserite le diverse attività diagnostiche sub-specialistiche. Analogamente, i medici in formazione sono stimolati a sviluppare i loro interessi scientifici mediante la partecipazione ai vari progetti di ricerca in corso e in fase di sviluppo, potendo ulteriormente affinare le proprie conoscenze teorico-pratiche anche con la frequenza presso una serie di Laboratori di biologia molecolare collegati alla Scuola. La rapida collocazione in ambito lavorativo e i prestigiosi traguardi sin qui raggiunti in ambito professionale e scientifico da molti degli allievi della nostra Scuola di Specializzazione ne testimoniano l’efficacia sul piano didattico-formativo.

 

Segreteria della Scuola

Sig.ra Elisa Scarparo
Tel. 0382987028
mail: elisa.scarparo@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche


AREA: SERVIZI CLINICI

Dutata: 5 anni

Direttore: Prof.ssa Silvia Natoli

 

LA SCUOLA

 

Segreteria della Scuola

Sig.ra Erica Pavesi
Tel. 0382987027
mail: erica.pavesi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Barbaria Alessandro

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche

AREA: CHIRURGICA

Durata: 5 anni

Direttore: Prof. D’Armini Andrea Maria

 

LA SCUOLA

 

Segreteria della Scuola

Sig.ra Erica Pavesi
Tel. 0382987027
mail: erica.pavesi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Casale Ivan Giuseppe

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche

AREA: CHIRURGICA

Durata: 5 anni

Direttore: Prof. Pietrabissa Andrea

 

LA SCUOLA

La Scuola vuole offrire le migliori opportunità di formazione alle prossime generazioni di giovani medici, garantendo una crescita armonica delle competenze cliniche, relazionali, tecniche e  gestionali dei chirurghi di domani. Attraverso la didattica frontale e quella integrata, gli scenari di simulazione ed i corsi specialistici dedicati, la Scuola accompagna i propri Specializzandi nel loro percorso di maturazione. Con la formazione diretta in sala operatoria delle competenze tecnico-chirurgiche e una delega progressiva delle responsabilità, i nostri Specializzandi raggiungono i livelli di autonomia previsti dal Regolamento della Scuola e dalla normativa ministeriale.

 

Segreteria della Scuola

Sig.ra Erica Pavesi
Tel. 0382987027
mail: erica.pavesi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Farè Camilla Nikita
  • Sargenti Benedetta

Scuola non attiva nell'a.a. 2022/23

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: CHIRURGICA
Durata: 5 anni

Direttore: Prof. Nicoletti Giovanni

 

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola

Erica Pavesi
Tel. 0382987027
mail: erica.pavesi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Scuola non attiva nell'a.a. 2022/23

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: CHIRURGICA

Durata: 5 anni

Direttore: Prof. Enrico Maria Marone

 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Chirurgia Vascolare dell’Università di Pavia forma medici specialisti nel campo delle patologie arteriose, venose e linfatiche, con particolare riguardo alle più recenti tecniche di chirurgia endovascolare. L’attività assistenziale si svolge su un’ampia rete formativa comprendente le Unità di Chirurgia Vascolare di diversi Ospedali, che assicurano allo specializzando un’esperienza completa, tanto in Centri Hub, quanto in centri territoriali, sia in elezione che in urgenza. Fanno parte della rete formativa: l’Ospedale Policlinico San Matteo di Pavia, l’Ospedale Maggiore di Lodi, l’Ospedale Multimedica di Castellanza, oltre a quelli facenti parte della rete formativa della Scuola di Genova con cui vige accordo di collaborazione (Ospedale Policlinico S. Martino, Ospedale Galliera di Genova, Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, Ospedale S. Andrea di La Spezia).

Tra gli obiettivi della Scuola sono compresi il perfezionamento della semeiotica vascolare, delle tecniche di diagnostica vascolare non invasiva (ecocolorDoppler), fondamentale esame di primo livello per pazienti arteriopatici e flebopatici, delle tecniche di post-processing di esami di secondo livello (angio TC) per la pianificazione del trattamento della patologia vascolare e l’insegnamento delle principali tecniche di trattamento chirurgico ed endovascolare della patologia aneurismatica e dissecante aortica e periferica, dell’arteriopatia obliterante periferica e dell’insufficienza cerebrovascolare, nonché il trattamento chirurgico ed endovascolare della malattia venosa cronica.

L’attività didattica, coordinata dal Prof. Marone, comprende, oltre alle lezioni organizzate nell’ambito delle Scuole di Specializzazione dell’Ateneo Pavese, anche seminari e lezioni interscuola in coordinamento con le principali Scuole di Chirurgia Vascolare nazionali. Anche l’attività di ricerca si svolge in collaborazione con i vari Centri ospedalieri e universitari che collaborano con la Scuola di Specializzazione.

Segreteria della Scuola

Sig.ra Erica Pavesi
Tel. 0382987027
mail: erica.pavesi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Carlo Francesco Tomasini
 

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola

Sig. Elisa Scarparo
Tel. 0382987027
mail: elisa.scarparo@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Molecolare
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Luca Arcaini
 

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola

Sig.ra Elisa Scarparo
Tel. 0382987028
mail: elisa.scarparo@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Mario Rotondi

 

LA SCUOLA
Per la coorte 2022/2023 la Scuola è attivata in collaborazione con l'Università degli studi di Brescia 

 

Segreteria della Scuola

Dott. Michele Sconfietti
Tel. 0382986029
mail: michele.sconfietti@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: SERVIZI CLINICI

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Francesca Crema

 

LA SCUOLA

 

Segreteria della Scuola
Dott.ssa Elisa Gobbi
Tel. 0382985912
mail: elisa.gobbi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

 

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Molecolare
 

AREA: SERVIZI CLINICI

Durata: 4 anni

Direttore: Enza Maria Valente
 

LA SCUOLA

La Genetica Medica si occupa dello studio e della diagnosi delle malattie con una componente genetiche e rappresenta una delle discipline più trasversali in ambito medico.  Infatti, la variabilità presente nel codice genetico di un individuo, sia a livello germinale che somatico, può spiegare la comparsa di malattie genetiche rare, la suscettibilità a sviluppare patologie più comuni quali i tumori o malattie legate all’invecchiamento, oppure la capacità di metabolizzare più o meno efficacemente farmaci o di contrastare patologie infettive. Possiamo affermare con certezza che la stragrande maggioranza delle patologie umane ha una base genetica.

Nell’ultimo ventennio, grazie al completamento del Progetto Genoma Umano e all’avvento delle tecniche di sequenziamento massivo parallelo, la Genetica Medica è diventata la disciplina di riferimento per molte aree della medicina e rappresenta il punto di snodo verso l’obiettivo concreto della medicina personalizzata, contribuendo a:

1) la diagnosi genetica precoce di malattie genetiche, consentendo l’identificazione di un programma diagnostico-terapeutico mirato, la definizione del rischio di ricorrenza, la pianificazione familiare, la diagnosi prenatale e l’adeguato supporto sociale;

2) l’identificazione di profili di suscettibilità per lo sviluppo di determinate patologie (ad esempio diabete, patologie cardiovascolari o tumori);

3) la stratificazione dei pazienti sulla base del loro specifico profilo genetico, per prevedere percorsi e piani terapeutici personalizzati. Questo è particolarmente rilevante per i malati oncologici, in cui la tipizzazione genetica sia a livello tumorale (somatico) sia a livello costitutivo (germinale) consente di identificare tempestivamente la migliore opzione terapeutica per il paziente.

La scuola di specializzazione in genetica medica a Pavia

La genetica pavese vanta una lunga e gloriosa tradizione, a partire dal Prof. M. Fraccaro, professore di Genetica Medica a Pavia per 40 anni (dal 1962 al 2002) e tra i genetisti più influenti dei suoi tempi. Fraccaro fu membro di uno dei gruppi che finalizzarono la classificazione dei cromosomi umani, introdusse la tecnica del cariotipo in Italia e sotto la sua guida la genetica pavese rimase un centro accademico di elevato prestigio. Sotto l’egida del Prof. Fraccaro, l’Università di Pavia ha ospitato sin dagli anni Sessanta la prima scuola di specialità in Citogenetica Umana, poi trasformata in Genetica Medica. L’attuale scuola raccoglie questa eredità storica offrendo al tempo stesso una formazione innovativa.

Alla Scuola per Non Medici possono accedere i laureati in Biologia (Classe LM6), Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche (Classe LM9), Biotecnologie industriali (Classe LM8), nonché i corrispondenti laureati specialistici e i laureati quadriennali del vecchio ordinamento nelle lauree corrispondenti. È inoltre richiesto il conseguimento dell’Abilitazione all’esercizio della professione, ove previsto, entro la data di inizio formazione.

Sede

La Scuola ha sede presso l’IRCCS Fondazione Mondino e afferisce al Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Pavia (Unità di Biologia Generale e Genetica Medica). La rete formativa della Scuola è composta da unità cliniche di genetica medica e laboratori di genetica appartenenti a prestigiose strutture attive nel territorio lombardo (Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia, Istituto Europeo di Oncologia di Milano, IRCCS Humanitas di Rozzano, Centro Diagnostico Italiano di Milano).

Obiettivi formativi ed organizzazione

Lo specialista in Genetica Medica deve aver maturato conoscenze scientifiche e professionali nei settori della Genetica Medica e di Laboratorio di Genetica Medica. Le caratteristiche di trasversalità della disciplina richiedono che lo specializzando sviluppi conoscenze specifiche nelle patologie eredo-familiari e genetiche ed acquisisca conoscenze teoriche e pratiche nella consulenza genetica e nei vari ambiti di attività del laboratorio di genetica medica, finalizzandole alle applicazioni cliniche in ambito diagnostico, prognostico e di trattamento.

L’attività formativa è organizzata in attività didattica frontale e in attività formativa professionalizzante. L’attività didattica frontale è organizzata sotto forma di lezioni a cadenza settimanale, sia nelle varie aree della genetica, sia nell’ambito di aree correlate alla genetica medica, quali ad esempio la pediatria, l’ematologia, la neurologia e la neuropsichiatria infantile, nonché nelle aree dell’anatomia patologica e della medicina legale. Il calendario delle lezioni viene comunicato agli iscritti dopo la conclusione del concorso in tempo utile per l’avvio dell’anno accademico.

L’attività pratica professionalizzante mira a sviluppare e consolidare “sul campo” le abilità derivanti dalle competenze teoriche. Le attività devono essere svolte presso le strutture accreditate della rete formativa della Scuola, e comprendono: 1) la partecipazione a consulenze genetiche (prenatali, postnatali, per infertilità di coppia ed oncologiche); 2) la frequenza nei laboratori di citogenetica e citogenetica molecolare (partecipazione all’esecuzione, interpretazione dei dati e stesura di referti di cariotipi prenatali e postnatali, esami FISH, array-CGH e array-SNP); 3) la frequenza nei laboratori di genetica molecolare (partecipazione all’esecuzione, interpretazione dei dati e stesura di referti di test immunogenetici, analisi di mutazioni specifiche, sequenziamento genico convenzionale ed NGS, MLPA e ricerca di espansioni). E’ prevista inoltre la frequenza nei laboratori di procreazione medicalmente assistita, oncogenomica ed oncoematologia presenti nell’ambito della rete formativa.

Nell’ambito di questo specifico percorso formativo possono anche essere previste la partecipazione a meetings e congressi specialistici e la partecipazione a progetti di ricerca che risulti nella produzione di pubblicazioni scientifiche; possono inoltre essere previsti periodi di frequenza in qualificate istituzioni italiane ed estere utili ad un completamento della formazione e all’approfondimento di specifiche aree tematiche di interesse dello specializzando.

Segreteria della Scuola

Sig.ra Barbara Quaini
Tel. 0382987026
mail: barbara.quaini@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof.ssa Patrizia Noris

 

LA SCUOLA
La Scuola di Specializzazione in Geriatria dell’Università degli Studi di Pavia afferisce al Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica ed ha sede presso l’Istituto di Riabilitazione Santa Margherita di Pavia appartenente all’Azienda di Servizi alla Persona - Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia.


La struttura di sede della Scuola permette ai Medici in formazione specialistica di svolgere una larga parte della loro attività formativa presso le sue diverse unità: UO Geriatria I (comprensiva del Nucleo Alzheimer e degli ambulatori di Geriatria, Diabetologia e Centro Disturbi Cognitivi e Demenze), UO Geriatria II, UO Riabilitazione geriatrica ad indirizzo metabolico (cui afferiscono gli ambulatori di Endocrinologia e Dietologia), UO Medicina geriatrica riabilitativa ed RSA Pertusati.


Il percorso formativo viene assicurato dai numerosi periodi di formazione svolti presso le molteplici strutture della rete della Scuola, in particolare le Strutture Collegate (sovrastruttura ASST di Pavia comprensiva della Medicina generale e della Riabilitazione specialistica e generale geriatrica di Voghera, della Medicina Interna ad indirizzo oncologico e della UOSD Medicina Generale a indirizzo dietologico di Vigevano, della Riabilitazione specialistica e generale geriatrica di Broni-Stradella, della Riabilitazione Specialistica e Generale Geriatrica di Mortara, della Geriatria e Riabilitazione Geriatrica del Presidio di S. Angelo Lodigiano/ASST Lodi) e le Strutture Complementari che comprendono la Fondazione Istituto Neurologico Mondino di Pavia (SS Diagnosi e cura delle cefalee, SC Neurologia speciale d’urgenza, SC Neurologia generale, SS Neuroncologia, SS Sclerosi multipla, SC Parkinson e disturbi del movimento e SC Malattie cerebrovascolari), la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia (UOC Ortopedia e Traumatologia, UOC Medicina Generale 1, UOC Medicina Generale 2 - Centro Amiloidosi sistemiche e malattie ad alta complessità, UOC Oncologia, UOC Cardiologia 1, UOC Chirurgia Generale 1 e 2, UOC Radiologia diagnostica per immagini 1 e 2, Medicina d’Urgenza) e l’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (Medicina Generale, DEA, Neuroriabilitazione e ortogeriatria). L’ampia gamma di competenze nelle diverse sedi della rete formativa consentono al Medico in formazione specialistica di acquisire una solida base di conoscenze non solo geriatriche ma anche internistiche e specialistiche.

Le attività professionalizzanti obbligatorie volte al raggiungimento dei tre livelli di autonomia previsti nel DM 68/15, fino all’autonomia completa, vengono acquisite non solo nelle strutture di rete ma anche durante periodi di formazione extra-rete, compatibilmente con gli interessi personali per un particolare ambito delle aree affini alla scuola di specialità. E’ prevista la possibilità di frequentare periodi di studio all’estero, nell’ambito di collaborazioni scientifiche.

Il percorso formativo si articola su quattro anni ed è volto al raggiungimento degli obiettivi della formazione generale, degli obiettivi formativi di base e della tipologia della Scuola, e degli obiettivi formativi integrati. Tale percorso si propone di formare uno specialista geriatra che abbia maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali sui seguenti argomenti: cura del paziente anziano in tutti i suoi aspetti; processi di invecchiamento normale e patologico e della condizione di fragilità e disabilità dell’anziano; demografia ed epidemiologia dell’invecchiamento; fisiopatologia, della clinica e del trattamento delle malattie acute e croniche dell’anziano e delle grandi sindromi geriatriche; medicina preventiva, della riabilitazione e delle cure palliative per il paziente anziano; metodiche di valutazione e di intervento multidimensionale nell’anziano in tutti i nodi della rete dei servizi, acquisendo anche la capacità di coordinare l’intervento interdisciplinare nell’ambito dell’unità valutativa geriatrica.


Nell’ambito del percorso formativo, le attività assistenziali sono integrate con cicli di lezioni di didattica frontale, la cui frequenza è obbligatoria, organizzate specificamente per la Scuola di Geriatria; ai Medici in formazione specialistica viene offerta anche la partecipazione alle lezioni programmate per la Scuola di Medicina Interna, compatibilmente con l’attività didattica della Scuola di appartenenza. Il Medico in formazione specialistica è tenuto alla partecipazione ai seminari promossi all’interno delle strutture della rete ed è stimolato a partecipare a corsi e congressi sulla varie tematiche della geriatria.

 

Segreteria della Scuola
Dott.ssa Elisa Gobbi
Tel. 0382985912
mail: elisa.gobbi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Invernizzi Descalzi Jasmine
  • Beretta Elena

 

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: CHIRURGICA

Durata: 5 anni

Direttore: Prof. Arsenio Spinillo
 

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola

Sig.ra Erica Pavesi
Tel. 0382987027
mail: erica.pavesi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Camnasio Cristina Angela
  • Cumetti Andrea

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Sanità Pubblica, Medicina Sperimentale e Forense
 

AREA: SERVIZI PUBBLICI

Durata: 4 anni

Direttore: Prof.ssa Anna Odone
 

LA SCUOLA

Visita il sito della Scuola

 

Segreteria della Scuola

Dott. Michele Sconfietti
Tel. 0382986029
mail: michele.sconfietti@unipv.it

Segreteria scientifica

mail: scuola.igiene@unipv.it

 

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Mazza Clara
  • Zeduri Margherita
  • Meloni Alessandro

 

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Molecolare
 

AREA: MEDICA
Durata: 4 anni

Direttore: Prof.ssa Silvia Priori
 

LA SCUOLA

La scuola di Specializzazione in Malattie Cardiovascolari dell’Università degli Studi di Pavia ha sede presso il Reparto di Cardiologia del Policlinico San Matteo di Pavia IRCCS,  diretta dal Dott. Luigi Oltrona Visconti. Il Direttore della Scuola è la Professoressa Silvia G Priori, Direttore della Unità di Cardiologia Molecolare e di Medicina 3 presso l’ospedale Istituti Clinici Scientifici Maugeri, IRCCS di Pavia e Centro di Riferimento per le malattie ereditarie del cuore.

I Medici in Formazione Specialistica (MFS) svolgono attività principalmente nella sede della scuola con rotazioni individuali di durata variabile fra uno e sei mesi nelle strutture della rete. Grazie alla presenza di una rete formativa ampia, è possibile offrire ai MFS una attenzione individuale che consenta la progressione verso la autonomia nello svolgimento delle diverse prestazioni assistenziali in linea con il piano di autonomizzazione concordato dai Direttori delle Scuole di Specializzazione in Malattie Cardiovascolari Lombarde.

Il percorso formativo è integrato con cicli di lezioni di didattica frontale per ciascun anno di corso a cui sono affiancati cicli di seminari con relatori dell’Ateneo e di altre istituzioni.

La scuola svolge un percorso formativo allineato con le direttive ministeriali integrato da solida formazione in Pronto Soccorso che è parte delle attività del Tronco Comune. Una caratteristica distintiva della scuola è la proposta di un percorso di ricerca scientifico che si svolge mediante  una partecipazione attiva allo svolgimento di trials clinici, alla analisi dei dati di registri di malattie cardiovascolari e con la possibilità di frequentare un centro terziario di riferimento per patologie ereditarie cardiache con accesso anche al laboratorio di genetica clinica. Studenti con interesse alle attività di ricerca di base possono anche frequentare come attività extracurricolare i laboratori di ricerca sperimentali diretti da docenti della scuola in ambito di sviluppo di terapie rigenerative e terapie geniche.

Nel secondo biennio i MFS possono proporre percorsi di approfondimento tematico di alcuni settori di loro interesse tramite periodi in strutture di eccellenza al di fuori della rete formativa in Italia o all’Estero.

Segreteria della Scuola

Sig.ra Elisa Scarparo
Tel. 0382987028
mail: elisa.scarparo@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Vicini Scajola Luca
  • Spagnolin Marco

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: MEDICA
Durata. 4 anni

Direttore: Prof. Federico Biagi 
 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Digerente dell’Università di Pavia indirizza gli specializzandi ad una formazione clinica su tutte le condizioni del tratto gastroenterico. La mission scientifica e di ricerca della scuola è focalizzata sullo studio delle patologie dell’intestino tenue.

La rete formativa della Scuola di Pavia si compone di numerose sedi, tra le quali gli specializzandi devono ruotare durante i quattro anni di specializzazione. Sede principale della scuola è l’IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia dove gli specializzandi possono eseguire prevalentemente il tronco comune nel reparto di medicina interna e il periodo in endoscopia. Fanno invece parte della rete formativa l’IRCCS Pavia ICS Maugeri (reparto di medicina interna, ambulatori di gastroenterologia generale e specialistici relativi a malattia di Whipple e celiachia), ASST Rhodense con sede a Rho e Garbagnate (prevalentemente per endoscopia), Ospedale di Cremona (endoscopia) e Spedali Civili di Brescia. Per quanto riguarda la sede di Brescia si specifica che ogni anno, a discrezione del direttore, uno specializzando viene assegnato a questa sede per tutta la durata del percorso formativo. Le rotazioni degli specializzandi all’interno della rete formativa si svolgono già a partire dal primo anno e sono stabilite dal Direttore della Scuola in funzione dl programma formativo

Segreteria della Scuola
Dott.ssa Ilaria Canestrale
Tel. 0382987030
mail: ilariapia.canestrale@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Scalvini Davide
  • Alfieri Daniele

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: MEDICA
Durata: 4 anni

Direttore: Prof.ssa Federica Meloni

 

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola

Sig.ra Barbara Quaini
Tel. 0382987026
mail: barbara.quaini@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Pisanu Lucrezia

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Enrico Brunetti

 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive e Tropicali affonda le proprie radici nel vivace e produttivo contesto culturale dell’Università di Pavia. La Scuola nasce negli anni ’60 per far fronte alla emergenza e riemergenza di vecchie e nuove patologie infettive, dalla febbre tifoide alle epatiti virali acute e croniche, attraversando l’impatto devastante della sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) e l’applicazione delle nuove terapie nel controllo dell’infezione con conseguente incremento della aspettativa di vita. Inoltre, nel corso degli ultimi anni, la rete formativa offre ai medici in formazione specialistica lo stato dell’arte delle terapie antivirali per epatite B e C e della terapia e controllo delle infezioni ospedaliere e nel paziente immunodepresso, per le quali è punto di riferimento nazionale ed internazionale.
Le Divisioni di Malattie Infettive I e II sono inoltre hub regionale per la pandemia di COVID-19 che sta attraversando l’intero pianeta.

La formazione specialistica si articola in quattro anni ed è svolta principalmente nella sede della Scuola identificata nella Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo. Partecipano alla formazione l’UOC Malattie Infettive II – Infettivologia e Immunologia, la UOC Malattie Infettive I – Malattie Infettive e Tropicali. Fanno inoltre parte della rete formativa per le esigenze didattiche e formative della scuola: le Divisioni di Malattie Infettive dell’Ospedale Civile SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria, dell’A.S.S.T. Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano e dell’Ospedale di Circolo Fondazione Macchi di Varese. La rete formativa è stata disegnata sulla base delle diverse expertise e competenze delle unità operative partecipanti. Su specifica richiesta dei singoli specializzandi sono inoltre previste attività extra rete formativa, solitamente svolta in centri europei e avallata dal Direttore con il Consiglio della Scuola, in genere di 6 mesi fino al massimo consentito di 18 mesi.

Per i medici in formazione specialistica è inoltre possibile partecipare a progetti di ricerca nel campo dell’immunologia delle malattie infettive e neoplasie ad esse collegate, oltreché della virologia, argomenti di ricerca in cui la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo eccelle a livello internazionale.

Segreteria della Scuola
Dott.ssa Elisa Gobbi
Tel. 0382985912
mail: elisa.gobbi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Bassoli Cecilia

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Sanità Pubblica, Medicina Sperimentale e Forense
 

AREA: SERVIZI CLINICI
Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Stefano Candura

 

LA SCUOLA

La scuola forma lo specialista in medicina occupazionale e ambientale, nei suoi aspetti igienico-preventivo, clinico-riabilitativo e medico-legale. Ha sede presso gli Istituti Clinici Scientifici Maugeri. Strutture collegate sono il Policlinico S. Matteo e l’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. La formazione teorica e pratica (sotto guida di tutor) prevede la frequenza di ambulatori e reparti clinici, e attività esterna in azienda. Inoltre, lo specializzando collabora all’attività di ricerca scientifica, finalizzata all’elaborazione della tesi finale, ma anche a eventuali pubblicazioni scientifiche e comunicazioni a convegni e congressi.

La scuola promuove l’interregionalità e l’internazionalizzazione del percorso formativo, collaborando con altri Atenei italiani e stranieri, e promuovendo periodi di formazione fuori regione e all’estero.

Il principale sbocco professionale è l’attività di “Medico Competente” ex D.lgs. 81/2008. La specializzazione in medicina del lavoro offre tuttavia opportunità d’impiego anche presso strutture sanitarie accreditate (ad esempio nelle unità operative ospedaliere di medicina del lavoro), l’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) e i servizi PSAL (Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro) delle aziende sanitarie territoriali.

Segreteria della Scuola

Dott.ssa Ilaria Canestrale
Tel. 0382987030
mail: ilariapia.canestrale@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Azzola Ludovica
  • Madeo Domenico
  • Greppi Federica

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Molecolare
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof.ssa Maria Antonietta Pellegrino

 

LA SCUOLA

Grazie alla lungimiranza del Prof. Renzo Minelli, fondatore della Scuola di Fisiologia muscolare di Pavia, la scuola fu la prima del suo genere in Lombardia e una delle prime d’Italia.

Dalla sua nascita, la Scuola di Pavia propone un percorso che coniuga la formazione medica in ambiti quali la cardiologia, pneumologia, endocrinologia, medicina interna, ortopedia, fisiatrica, alla formazione in fisiologia applicata all’uomo in ambiti quali la valutazione dello sportivo e la fisiologia degli adattamenti all’esercizio e alle patologie. La Scuola ha quindi una natura fortemente multidisciplinare ben esemplificata dai suoi numerosi settori caratterizzanti e mira a creare medici dello sport che incarnino la vocazione multidisciplinare della disciplina.

Lo Specialista in Medicina dello Sport e dell’Esercizio Fisico formato all’Università di Pavia ha competenza nella fisiopatologia delle attività motorie nonché nella valutazione funzionale degli atleti, nella diagnostica e nella clinica legate all’attività motorie e sportive nelle età evolutiva, adulta ed anziana e negli stati di malattia e di disabilità.

Lo Specialista in Medicina dello Sport e dell’Esercizio Fisico accompagna, infatti, l’atleta agonista e non, di tutte le età e di tutti i livelli, in un percorso che dalla valutazione di idoneità all’attività sportiva passa al supporto durante la preparazione atletica, alla valutazione degli infortuni e al recupero funzionale. Inoltre, lo Specialista in Medicina dello Sport e dell’Esercizio Fisico assume un ruolo fondamentale nella prevenzione e terapia della maggior parte delle patologie croniche (cardiache, respiratorie, metaboliche e tumori) in cui il ruolo benefico dell’attività fisica è comprovato da solide evidenze scientifiche.

Infine, la medicina dello sport svolge un ruolo primario nel prevenire le conseguenze deleterie dell’inattività, fattore di rischio di patologie croniche e di morte con una rilevanza uguale se non maggiore a ipertensione, fumo e colesterolo ematico.

La scuola ha sede presso il Centro Interdipartimentale di Ricerca di Biologia e Medicina dello Sport dell’Università di Pavia, diretto dal Prof. Roberto Bottinelli. Il Centro si occupa di tutte le attività clinico-assistenziali prettamente medico sportive quali le visite di idoneità alla pratica sportiva, l’ortopedia e traumatologia sportiva, la valutazione funzionale degli atleti e dei pazienti con patologie croniche. La Scuola si avvale poi di una ampia rete formativa che comprende molte unità cliniche (ad esempio cardiologia, pneumologia, endocrinologia, medicina interna, ortopedia) presso gli IRCC di Pavia, e laboratori di ricerca di Fisiologia applicata dell’uomo (Prof. Simone Porcelli) e di Fisiologia muscolare (Prof. Maria Antoneitta Pellegrino, Prof.ssa Monica Canepari e Prof. Lorenza Brocca) presso il Dipartimento di Medicina Molecolare.  La scuola organizza stage fuori dalla rete formativa con scopi formativi specifici sia in Italia che all’estero anche presso società sportive.

Per maggiori informazioni: https://www.medicinadellosportunipv.it/

Segreteria della Scuola

Sig.ra Elisa Scarparo
Tel. 0382987028
mail: elisa.scarparo@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: MEDICA

Durata: 5 anni

Direttore: Prof. Stefano Perlini

 

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola
Sig.ra Barbara Quaini
Tel. 0382987026
mail: barbara.quaini@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Bracchi Federico Diego Maria
  • Dedato Andrea Simone

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Lenti Marco Vincenzo

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Medicina e Cure Palliative ha come sfida principale quella di rispondere alle crescenti esigenze dei pazienti affetti da malattie croniche, progressive e terminali. Negli ultimi decenni, abbiamo assistito a un invecchiamento della popolazione e a un aumento delle malattie croniche, che ha portato a una sempre crescente richiesta di strutture o reti adibite alle cure palliative. Le cure palliative non solo migliorano la qualità della vita dei pazienti in fase avanzata di malattia, ma offrono anche sostegno ai loro familiari. Il riconoscimento dell'importanza delle cure palliative come parte integrante della medicina moderna richiede pertanto una formazione specialistica adeguata, che avrà sempre più spazio ed importanza nel futuro prossimo. Presso l’Università di Pavia, la Scuola di Specializzazione in Medicina e Cure Palliative offre un percorso completo e moderno, seguendo le direttive ministeriali, incentrato innanzitutto sulla medicina interna, disciplina fondante, oltre che sull’oncologia medica, la terapia del dolore, la neurologia e molte altre discipline. La rete è ampia, ed è costituita da diverse strutture di Pavia e provincia, oltre che alcune strutture nelle province confinanti di Alessandria e Piacenza. La rete comprende strutture che offrono servizi ospedalieri, ambulatoriali, di lungo degenza/hospice, oltre che servizi sul territorio.

La Scuola si prefigge i seguenti obiettivi:
1. Formazione degli specialisti: il nostro primo obiettivo è formare medici esperti nelle cure palliative, capaci di fornire assistenza di alta qualità ai pazienti
2. Promozione della ricerca: promozione della ricerca nel settore della medicina interna, oncologia e cure palliative.
3. Sensibilizzazione e advocacy: sensibilizzazione dell'opinione pubblica e dei principali attori politici circa l’importanza delle cure palliative e circa la promozione di politiche sanitarie che le supportino.
4. Collaborazione multidisciplinare: promozione della collaborazione tra professionisti
sanitari, assistenti sociali, psicologi e altri esperti per garantire un approccio olistico alle
cure palliative

Segreteria della Scuola

Sig.ra Barbara Quaini
Tel. 0382987026
mail: barbara.quaini@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

da eleggere

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: SERVIZI CLINICI

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Antonio Nardone

 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Medicina Fisica e Riabilitativa (MFR) dell’Università di Pavia ha sede presso l’Unità Operativa di Neuroriabilitazione/Spinale degli Istituti Clinici Scientifici (ICS) Maugeri di Pavia. Direttore della Scuola e dell’Unità Operativa è Antonio Nardone, Professore Ordinario di MFR. La rete formativa della Scuola comprende strutture nelle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova, Milano, Pavia e Varese. A Pavia la rete formativa comprende anche due IRCCS, l’Istituto Neurologico Mondino e il Policlinico San Matteo. Fuori Lombardia la rete si estende a Novara e Piacenza. Nei primi due anni, il medico in formazione specialistica frequenta i reparti e gli ambulatori del tronco comune: laboratorio di analisi del movimento, ortopedia, neurologia, pronto soccorso, cardiologia e pneumologia riabilitativa, medicina, neurofisiopatologia e terapia del dolore. Nei due anni successivi si frequentano reparti e ambulatori di riabilitazione specialistica: unità di neuro-riabilitazione, unità di gravi cerebrolesioni acquisite, unità spinale, unità di riabilitazione e recupero funzionale, ecografia muscoloscheletrica e fisiatria occupazionale ed ergonomia. La vasta scelta di reparti nelle diverse sedi della rete formativa permette al medico in formazione di crearsi una solida base di conoscenze non solo riabilitative, ma anche internistiche e interventistiche, supportate dai vari specialisti delle diverse unità operative. L’attività clinica è supportata dall’attività didattica, sia con lezioni frontali sia con periodici journal club a cadenza settimanale. Il medico in formazione specialistica è stimolato a partecipare a corsi e congressi sulla riabilitazione e sono incoraggiati coloro che desiderano perseguire un curriculum scientifico partecipando ai progetti di ricerca in corso nelle varie unità operative.

Segreteria della Scuola
Sig. ra Elisa Scarparo
Tel. 0382987028
mail: elisa.scarparo@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Lo Certo Anna Giulia
  • Crea Demetrio

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: MEDICA

Durata: 5 anni

Direttore: Prof. Antonio Di Sabatino

 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Medicina Interna dell’Università degli Studi di Pavia ha sede presso la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia ed afferisce al Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica. La struttura di sede della Scuola permette agli Specializzandi di svolgere la maggior parte della loro attività formativa presso le UOC di Medicina Generale I e Medicina Generale II: reparti di degenza, MAC e ambulatori specialistici afferenti alle due strutture (Ecografia Internistica, Diabetologia, Dietologia, Gastroenterologia, Malattie dell’Emostasi, Malattie Tromboemboliche). Fanno parte del piano formativo anche i numerosi periodi di formazione presso le altre strutture convenzionate, all’interno del Policlinico ed esterne.

Obiettivi Formativi
Lo Specializzando, durante il periodo di tronco comune, presta servizio nei reparti di Cardiologia, Nefrologia, Reumatologia, Malattie Infettive, Neurologia e Stroke Unit nonché presso gli ambulatori specialistici di Pneumologia, Ematologia, Endocrinologia, Chirurgia Vascolare, Servizio Accessi Vascolari. Di non minore importanza sono i numerosi periodi formativi presso i Dipartimenti di Emergenza e Accettazione, sia nella struttura principale di Sede che nelle strutture collegate.

Grazie ai periodi formativi presso i servizi sopracitati e alle convenzioni in essere con le strutture della Rete formativa, nonché alla disponibilità nello stipulare convenzioni volte ad integrare la formazione in campi di interesse internistico, lo Specializzando sarà partecipe in prima persona (mediante acquisizione di autonomia crescente) delle più comuni procedure note come “attività professionalizzanti” necessarie al raggiungimento delle finalità didattiche della tipologia della scuola, ai sensi dell’articolo 2 del D.I. n. 68/2015.

Tra queste si annoverano, in particolare: competenze teorico-pratiche in ecografia clinica, esecuzione di paracentesi, toracentesi, aspirati e biopsie osteo-midollari, posizionamento di accessi vascolari ecoguidati.

Durante l’intero percorso formativo, lo Specializzando, in stretta collaborazione con il Tutor assegnatogli all’inizio del percorso formativo, viene avviato alla partecipazione e collaborazione nelle attività di ricerca scientifica delle strutture della rete formativa, finalizzate anche a pubblicazioni scientifiche con divulgazione in sede di Congressi nazionali e/o internazionali. Lo Specializzando è inoltre tenuto alla partecipazione ai seminari di ricerca e di clinica promossi all’interno della Struttura di riferimento ed alle frequenze obbligatorie delle lezioni regolarmente comunicate all’inizio dell’anno accademico in corso. E’ prevista la possibilità di frequentare periodi di studio all’estero, nell’ambito di collaborazioni scientifiche.

Sedi e reti Formative
La Sede della Scuola è c/o la Medicina Generale della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di cui vengono frequentati anche reparti di degenza ed ambulatori della Medicina D’Urgenza, Cardiologia, Rianimazione e Anestesiologia, Reumatologia, Ematologia, Malattie Infettive, Nefrologia, Pneumologia, Chirurgia Vascolare e Stroke Unit.

Le strutture collegate alla Scuola di Specializzazione di Medicina Interna dell’Università di Pavia sono le seguenti: ASST di Pavia, Fondazione Istituto Neurologico Casimiro Mondino di Pavia, ICS Maugeri di Pavia, Azienda Ospedaliera SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria, ASST Ovest Milanese, ASST di Lodi, ASST di Melegnano e della Martesana, ASL di Alessandria – Presidio Ospedaliero di Casale Monferrato.

Segreteria della Scuola

Stefania Guarnaschelli (DIPARTIMENTO DI MEDICINA INTERNA E TERAPIA MEDICA)
stefania.guarnaschelli@unipv.it
Tel: +390382987051

Barbara Quaini

Tel. 0382987026
mail: barbara.quaini@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Antoci Valentina
  • Rascaroli Alessandro
  • Di Terlizzi Francesco

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Sanità Pubblica, Medicina Sperimentale e Forense
 

AREA: SERVIZI CLINICI
Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Luca Morini

 

LA SCUOLA

L’attività dello Specializzando si svolge principalmente presso la sede di Pavia. Oltre ciò, sono previsti due periodi formativi, ciascuno della durata di quattro mesi continuativi, da svolgersi presso le Unità di Medicina Legale di Brescia e di Varese, e periodi di frequenza presso ospedali pavesi e le sedi locali di INPS, INAIL, ASST.
L’ampia rete formativa consente di acquisire competenze nei più svariati campi della medicina legale, grazie alla possibilità di assistere alla gestione di casi di responsabilità professionale, a valutazioni in ambito penalistico (omicidi, lesioni personali, violenze e abusi) civilistico (valutazione del danno) o assicurativo, a casi di contenzioso aziendale e ad attività di medicina necroscopica. Lo Specializzando apprenderà nozioni di patologia forense, istopatologia, genetica, tossicologia, antropologia, psicopatologia, entomologia.
Presso la Scuola pavese, l’attività autoptica rappresenta, storicamente, una delle principali attività svolte. Sono previsti per lo Specializzando turni periodici di reperibilità della durata di una settimana, H24, con partecipazione (sia sul territorio pavese, sia, in trasferta, in altre Province) a sopralluoghi, autopsie e alle attività ad essi connesse (conferimenti incarichi ed udienze in Tribunale, riunioni peritali…).
La ricerca rappresenta un elemento imprescindibile della formazione degli Specializzandi, che vengono incentivati alla partecipazione a convegni e alla pubblicazione dei risultati dei propri progetti, grazie all’apprendimento delle necessarie competenze metodologiche e bibliografiche e all’acquisizione di abilità pratiche (tecniche istologiche, immunoistochimiche, utilizzo del microcopio ottico ed elettronico).
Le lezioni frontali, le esercitazioni e le periodiche riunioni bibliografiche rappresentano per gli Specializzandi attività formative fondamentali.

Pagina della Unità dipartimentale di Medicina Legale

Segreteria della Scuola

Dott. Michele Sconfietti
Tel. 0382986029
mail: michele.sconfietti@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • De Blasio Giulia
  • Franzetti Chiara
  • Salmoirago Pietro Clemente
  • De Stradis Domenico

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche

 

AREA: SERVIZI CLINICI
Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Fausto Baldanti

 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia dell’Università degli Studi di Pavia è afferente al Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche. Ha sede presso U.O.C. Microbiologia e Virologia, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo.

La Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia rappresenta una delle sedi italiane di spicco nell’ambito della Microbiologia Clinica, non solo per l’ampia offerta didattica e l’esperienza decennale dei suoi docenti che fanno parte di organizzazioni scientifiche e gruppi di lavoro di livello nazionale e internazionale, ma anche per l’estensione della sua rete formativa che offre la possibilità agli studenti di interfacciarsi con molteplici realtà lavorative, implementando conoscenze relative ad approcci e percorsi diagnostici diversi.

Le indagini sono svolte da personale universitario e ospedaliero qualificato mediante l’impiego di tecnologie all’avanguardia. Un’attenzione particolare è rivolta all’aspetto della ricerca clinica in molteplici ambiti finalizzata alla gestione personalizzata del paziente e all’acquisizione di nuove conoscenze, nonché all’implementazione di nuove strategie diagnostiche. Presso la Scuola di Specializzazione sono attivi docenti altamente specializzati.

L’attività professionalizzante proposta allo studente spazia dalla Batteriologia alla Virologia fino alla Parassitologia e la Micologia, con un numero di campioni biologici processati maggiore di 450.000 nel 2021. Il Policlinico San Matteo di Pavia è inoltre centro di riferimento Regionale e Nazionale per Arbovirosi trasmesse da zanzare (Chikungunya virus, Dengue virus, Zika virus, West Nile virus, Usutu virus), febbri emorragiche (Yellow Fever Virus), forme complicate, gravi e decessi causati da SARS-CoV-2, virus influenzali, morbillo e rosolia.

Gli specializzandi sono anche attivamente coinvolti nella partecipazione a corsi ed eventi congressuali, con l’obiettivo non solo di conoscere ed ascoltare docenti e specialisti riconosciuti a livello nazionale ed internazionale, ma anche di offrire loro una possibile interazione tra pari e con specialisti e accademici di altri centri. Inoltre, gli specializzandi sono attualmente coinvolti con la discussione e la gestione di casi clinici assieme ai colleghi infettivologi, ginecologi, oncologi, rianimatori, pediatri e di medicina d’urgenza. Infine, è possibile accedere agli ambulatori delle Malattie Sessualmente Trasmesse e Infezioni in Gravidanza.

La rete formativa della predetta Scuola di Specializzazione è costituita dalle strutture di sede, collegate e complementari accreditate ai sensi del D.I. n. 402/2017 e preventivamente individuate dagli organi competenti (Consiglio della Scuola, Consiglio di Dipartimento, Comitato Direttivo della Facoltà di Medicina e Chirurgia), quali risultanti dall’ultimo provvedimento di accreditamento.

Lo specialista in Microbiologia e Virologia deve aver maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo della batteriologia, virologia, micologia e parassitologia medica; deve aver acquisito specifiche competenze sulla morfologia, fisiologia, posizione tassonomica e genetica dei microrganismi, nonché sulle basi cellulari e molecolari del-la patogenicità microbica, sulle interazioni microrganismo-ospite, sul meccanismo d’azione delle principali classi di farmaci antimicrobici e sulle applicazioni biotecnologiche dei microrganismi; deve aver raggiunto la capacità professionale per valutare gli aspetti diagnostico-clinici delle analisi batteriologiche, virologiche, micologiche e parassitologiche applicate alla patologia umana.

Gli obiettivi formativi della Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia sono i seguenti:

obiettivi formativi di base: acquisizione di approfondite conoscenze delle basi biochimiche e molecolari delle funzioni biologiche dei microrganismi e degli strumenti per la valutazione di tali funzioni;

obiettivi formativi della tipologia della Scuola: acquisizione di approfondite conoscenze sulla morfologia, fisiologia, posizione tassonomica e genetica dei microorganismi e sulle basi cellulari e molecolari delle interazioni che essi stabiliscono tra loro o con cellule dell’ospite, rappresentando tali interazioni modelli semplici per lo studio e la comprensione di processi biologici fondamentali.

L’acquisizione delle metodologie essenziali per la valutazione della distribuzione dei microrganismi in natura e del ruolo da essi sostenuto nell’ambiente, anche alla luce di una loro utilizzazione in studi di mutagenesi ambientale; l’apprendimento dei meccanismi che sono alla base dell’impiego dei microrganismi come strumenti biotecnologici; l’acquisizione di approfondite conoscenze sulle basi cellulari e molecolari della patogenicità microbica, sulle interazioni microrganismo-ospite e sulla resistenza innata ed acquisita dell’ospite verso le infezioni; l’apprendimento, finalizzato all’assistenza, di tutte le metodologie, colturali e molecolari, e delle procedure strumentali, incluse quelle automatizzate, per l’infezione di batteri, virus, miceti e parassiti patogeni per l’uomo e per gli animali, metodologie e procedure basate sul-la determinazione diretta della presenza dell’agente infettivo o di suoi costituenti (antigeni e acidi nucleici) e sull’apprendimento di competenze per la diagnosi indiretta di infezioni tramite analisi della risposta immunitaria dell’ospite nei confronti dell’agente infettivo; l’acquisizione di competenze nell’uso di metodologie diagnostiche in microbiologia ambientale ed alimentare; l’apprendimento di principi di diagnostica di infezioni provocate da agenti geneticamente modificati o utilizzati ai fini di guerra biologica; l’acquisizione di conoscenze avanzate sul meccanismo d’azione delle principali classi di farmaci antibatterici, antivirali, antifungini ed antiparassitari e sulle basi molecolari e cellulari della resistenza ad essi da parte degli agenti infettivi; la comprensione dei criteri per la sorveglianza delle resistenze chemio-antibiotiche, in particolare in ambiente ospedaliero; l’apprendimento dei principali parametri ematochimici dell’uomo in condizioni fisiologiche e le loro modificazioni in corso di infezione e di trattamento chemio-antibiotico, finalizzando tali conoscenze all’ottimizzazione dei regimi terapeutici; l’acquisizione della capacità di individuare i criteri diagnostici più idonei e di adottare le strategie più efficaci per una razionale utilizzazione delle risorse disponibili; l’acquisizione di competenze riguardanti l’organizzazione e la legislazione relativa alla gestione del Laboratorio di Microbiologia e Virologia, con particolare riferimento alla gestione del “sistema qualità”, alla sicurezza in laboratorio e allo smaltimento di rifiuti tossici o contagiosi.

Sono obiettivi affini o integrativi: acquisizione di competenze per l’utilizzazione e lo sviluppo della strumentazione del Laboratorio di Microbiologia e Virologia; il conseguimento di conoscenze teoriche e pratiche per validare nuovi test diagnostici e per sintetizzare molecole utilizzabili per il riconoscimento di batteri, virus, miceti e parassiti patogeni o lo-ro costituenti; l’acquisizione di una preparazione adeguata ad assicurare un monitoraggio microbiologico ambientale, con particolare riferimento alle sale operatorie, alle unità di terapia intensiva, alle unità di degenza per pazienti trapiantati, oncologici o, comunque, immunodepressi.

L’acquisizione di conoscenze finalizzate alla diagnosi differenziale, sotto il profilo laboratoristico, delle malattie da infezione (batteriche, micotiche, virali e parassitarie) ed il raggiungimento della capacità professionale a partecipare alla programmazione, sperimentazione ed interpretazione dei risultati di studi clinici.

Sono attività professionalizzanti obbligatorie per il raggiungimento delle finalità didattiche della tipologia:

Partecipazione a corsi di aggiornamento, seminari, dimostrazioni, conferenze e congressi con tematiche direttamente pertinenti o comunque di completamento al percorso formativo in Microbiologia e Virologia, accreditati dal Ministero della Salute per l’Educazione Continua in Medicina.

Prelievo di almeno 160 campioni biologici di interesse microbiologico;

Partecipazione all’iter diagnostico sotto gli aspetti batteriologici, virologici, micologici, o parassitologici di almeno 240 casi clinici;

Esecuzione di almeno 4.000 esami batteriologici (microscopici, colturali, sierologici e/o molecolari), sino alla formula-zione diagnostica in almeno il 30% dei casi;

Esecuzione di almeno 640 esami virologici (microscopici, colturali, sierologici e/o molecolari), sino alla formulazione diagnostica in almeno il 30% dei casi;

Esecuzione di almeno 400 esami micologici (microscopici, colturali, sierologici e/o molecolari), sino alla formulazione diagnostica in almeno il 30% dei casi;

Esecuzione di almeno 240 esami parassitologici (microscopici, colturali, sierologici e/o molecolari), sino alla formula-zione diagnostica in almeno il 30% dei casi;

Esecuzione di almeno 40 esami (tra batteriologici, virologici, micologici e parassitologici) in urgenza.

Lo specializzando potrà concorrere al diploma dopo aver completato le attività professionalizzanti.

Lo specializzando, nell’ambito del percorso formativo, dovrà apprendere le basi scientifiche della tipologia della Scuola al fine di raggiungere una piena maturità e competenza professionale che ricomprenda una adeguata capacità di inter-prestazione delle innovazioni scientifiche ed un sapere critico che gli consenta di gestire in modo consapevole sia l’assistenza che il proprio aggiornamento; in questo ambito potranno essere previste partecipazione a meeting, a congressi e alla produzione di pubblicazioni scientifiche e periodi di frequenza in qualificate istituzioni italiane ed estere utili alla sua formazione.

Sbocchi professionali presso laboratori di Microbiologia e Virologia di Aziende Ospedaliero/Universitarie o altri Enti pubblici e privati.

Segreteria della Scuola

Sig.ra Erica Pavesi
Tel. 0382987027
mail: erica.pavesi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof.ssa Rampino Teresa

 

LA SCUOLA

 

La Scuola di Specializzazione in Nefrologia di Pavia è una sede Universitaria d’eccellenza per lo studio delle malattie del rene e delle vie urinarie. Prevede un percorso di formazione della durata di 4 anni, alla fine dei quali al medico specializzando acquisirà capacità professionali che gli permettano di espletare la funzione specialistica in qualsiasi ambito sanitario inerente la materia.

Obiettivi Formativi

La Scuola, attraverso una rete di strutture nefrologiche ed internistiche ampia e integrata, assicura tutte le esigenze formative e l’acquisizione delle conoscenze teoriche-pratiche necessarie. Lo specializzando in nefrologia deve acquisire le conoscenze teoriche, scientifiche e professionali, necessarie per diagnosticare e curare le malattie renali ereditarie ed acquisite, in particolare le glomerulonefriti, la malattia renale cronica ed il danno renale acuto, i disordini del metabolismo idrosalino e l’ipertensione arteriosa. Dovrà acquisire le competenze necessarie per la gestione del trattamento dialitico, sia extracorporeo che peritoneale. Dovrà infine acquisire adeguate competenze per la gestione del paziente trapiantato di rene in particolare nella diagnosi e nel trattamento delle complicazioni del trapianto come il rigetto. L’attività clinica è orientata a facilitare l’interazione tra gli aspetti professionali di tipo assistenziale e la ricerca clinica, permettendo la partecipazione attiva degli specializzandi a congressi nazionali e internazionali, con lavori di ricerca originali.

Le attività cliniche che a rotazione gli specializzandi devono affrontare sono le seguenti: Degenza ordinaria, Degenza trapianti, Ambulatorio nefrologico generale, Ambulatorio glomerulonefriti, Day-Service nefrologico, Ambulatorio MaReA, Ambulatorio dialisi extracorporea, Ambulatorio di dialisi peritoneale, Ambulatorio Trapianti, Terapia Intensiva ad indirizzo nefrologico, Ambulatorio accessi vascolari.

La Scuola di Specializzazione in Nefrologia di Pavia è dotata di aule che possono essere impiegate per lo studio, lo svolgimento di seminari e di incontri scientifici, utili per l’ampliamento delle conoscenze nell’ambito della disciplina nefrologica e di quelle affini.

 

Segreteria della Scuola

Dott.ssa Ilaria Canestrale
Tel. 0382987030
mail: ilariapia.canestrale@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche

AREA: CHIRURGICA

Durata: 5 anni

Direttore: Magrassi Lorenzo

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola

Dott. Michele Sconfietti
Tel. 0382986029
mail: michele.sconfietti@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Fasano Federica Anna

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze del Sistema Nervoso e del Comportamento
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof.ssa Cristina Tassorelli

 

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola

Sig.ra Elisa Scarparo
Tel. 0382987028
mail: elisa.scarparo@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Quartesan Ilaria
  • Corrado Michele

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze del Sistema Nervoso e del Comportamento
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Renato Borgatti

 

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola

Dott. Michele Sconfietti
Tel. 0382986029
mail: michele.sconfietti@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Fusci Sara
  • Celario Massimiliano
  • Catalano Guido

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: CHIRURGICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Donati Simone

 

LA SCUOLA

Per la coorte 2022/2023 la Scuola è attivata in collaborazione con l'Università degli studi Insubria 

 

Segreteria della Scuola

Sig.ra Quaini Barbara
Tel. 0382987026
mail: barbara.quaini@unipv.it

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica

AREA: MEDICA

Durata: 5 anni

Direttore: Prof. Paolo Pedrazzoli

 

LA SCUOLA

Scopo del percorso formativo offerto dalla Scuola di Specializzazione in Oncologia Medica dell’Università degli Studi di Pavia, è quello di formare professionisti che, al momento del diploma, siano in grado di esercitare in modo autonomo, aggiornato e di alto livello il loro proprio ruolo di specialisti in Oncologia Medica, a partire dalla comunicazione medico/paziente. Il Medico in Formazione specialistica dovrà in sintesi aver sviluppato e maturato le conoscenze teoriche, scientifiche e professionali, le competenze specifiche e le abilità necessarie per la diagnosi, le scelte terapeutiche, il follow-up e l’assistenza globale del paziente oncologico, incluse le terapie di supporto nelle varie fasi di malattia, attraverso un confronto multidisciplinare con specialisti di altre discipline.

L’attività della Scuola si articola in:
• attività didattica frontale, in cui sono organizzati, oltre alle lezioni come da piano didattico, seminari su tematiche specifiche tenuti da docenti fuori sede, journal club e discussione di casi clinici proposti dai medici in formazione specialistica stessi o dai Docenti.
• attività professionalizzante nei reparti di degenza ordinaria e Day-Hospital, e in ambulatori di oncologia generale e per ambiti di patologia. Lo svolgimento di tale attività prevede una rotazione flessibile oltre che tra reparto di degenza, Day-Hospital e ambulatori, anche tra le Strutture della rete formativa. Su specifica richiesta dei singoli specializzandi sono inoltre previste attività extra rete formativa, svolta in centri di eccellenza in Italia e all’estero, in accordo con il Direttore della Scuola.

Inoltre, durante l’intero percorso formativo, il medico in formazione specialistica acquisirà esperienza diretta nella sperimentazione clinica e traslazionale, anche finalizzata alla scrittura e pubblicazione di lavori scientifici e alla partecipazione e congressi.

Segreteria della Scuola

Sig.ra Erica Pavesi
Tel. 0382987027
mail: erica.pavesi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Borgetto Sabrina Maria Chiara
  • Leli Claudia

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: CHIRURGICA

Durata: 5 anni

Direttore: Prof. Federico Alberto Grassi

 

LA SCUOLA

La Scuola Ortopedica pavese nasce con Mario Boni alla fine degli anni Sessanta, dopo la prematura scomparsa di Federico Goidanich, chirurgo dell’Istituto Rizzoli che riuscì ad operare a Pavia solo per pochi mesi. Questo avvicendamento ha rappresentato l’incontro tra due importanti Scuole italiane, quella di Roma – Boni era infatti stato allievo di Carlo Marino Zuco – e quella di Bologna. Il professor Boni fu l’artefice di una straordinaria crescita della Clinica Ortopedica, che ha sempre mantenuto la sua sede nel Policlinico San Matteo di Pavia. Conosciuta soprattutto per le cure prestate a calciatori di primo piano e ad altri sportivi famosi, la Clinica Ortopedica di Pavia ha rappresentato negli anni un centro di eccellenza per numerosi settori specialistici delle malattie dell’apparato locomotore, in aggiunta alla Traumatologia dello Sport:  si possono citare la chirurgia protesica articolare, la chirurgia della mano (è stata anche attiva una Scuola di specializzazione fino agli anni Novanta) e quella del rachide.

Dopo il 1986, anno della scomparsa del professor Boni, la Clinica e la Scuola di specializzazione sono passate sotto la direzione di Luciano Ceciliani, che aveva seguito il suo predecessore e maestro fin dagli inizi della carriera. Il professor Ceciliani ha guidato la Scuola in un periodo di profonda trasformazione dell’Ortopedia e della Traumatologia, durante il quale impianti, materiali e tecniche chirurgiche si sono sempre più evolute e perfezionate. Nell’arco di un ventennio la suddivisione in superspecialità si è affermata in modo progressivo, ma questa settorializzazione non si è tradotta in un disfacimento del tronco principale, evento che avrebbe potuto avere ripercussioni negative sui giovani chirurghi in formazione. In modo ininterrotto, la Scuola pavese ha continuato ad educare specialisti con interessi scientifici eterogenei, che si sarebbero poi affermati in campo professionale su tutto il territorio nazionale.

Nei primi anni Duemila il timone è passato a Franco Benazzo, che ha sempre operato a Pavia nel segno della tradizione iniziata dal professor Boni. Nel corso degli anni diversi allievi del “Maestro” si sono spostati dalla “casa madre” ad altre sedi, dove hanno poi trovato grande apprezzamento come chirurghi e docenti. L’attuale direttore della Scuola, Federico Grassi, è stato allievo del professor Paolo Cherubino, che lasciò Pavia nel 1990 per diventare il primo cattedratico di Ortopedia e Traumatologia dell’Università dell’Insubria a Varese.

Questa storia molto concisa dell’Ortopedia pavese serve solo per dare un’idea di quanto attiva e dinamica sia sempre stata questa Scuola. L’attuale collaborazione con numerosi centri nazionali e internazionali di riconosciuto valore fanno sì che gli specializzandi possano raggiungere, soprattutto negli ultimi anni del loro percorso formativo, quel grado di competenza e maturità che è il primo passo per trasformare dei giovani chirurghi in ottimi professionisti. Inoltre, l’attività clinica si affianca e si avvale di una ricerca scientifica a carattere multidisciplinare, che offre ampie possibilità di scelta per sviluppare competenze specifiche a livelli elevati.

Segreteria della Scuola

Sig.ra Erica Pavesi
Tel. 0382987027
mail: erica.pavesi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Presicce Stefano
  • Parenti Matteo

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: CHIRURGICA

DURATA: 4 anni

Direttore: Prof. Marco Benazzo

 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Otorinolaringoiatria dell’Università degli Studi di Pavia, della durata di quattro anni, offre una formazione clinica e chirurgica di eccellenza in tutti gli ambiti dell’Otorinolaringoiatria e della Chirurgia Cervico-Facciale. Il training sul campo, che si realizza attraverso il coinvolgimento attivo nei servizi assistenziali dell’Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria (ambulatori di primo, secondo e terzo livello, reparto di degenza, chirurgia ambulatoriale, sala operatoria), risulta implementato da una regolare attività didattica frontale e interattiva nella forma di lezioni, seminari, corsi di dissezione e incontri multidisciplinari.

Al fine di potenziare gli interessi e le inclinazioni individuali, gli specializzandi possono intraprendere un percorso parallelo di super-specializzazione nelle principali branche dell’otorinolaringoiatria (rinologia e chirurgia rinosinusale, otologia e otoneurochirurgia, vestibologia, chirurgia oncologica head-and-neck, laringologia, roncochirurgia). Ciascun percorso prevede la partecipazione ad attività clinico-chirurgiche e scientifiche dedicate, sotto la supervisione attenta e costante di tutor altamente qualificati.

Alla pratica clinico-chirurgica si affianca inoltre una fervida attività di ricerca clinica e sperimentale, resa possibile dalla disponibilità di strumentazioni tecnologiche d’avanguardia (stampa 3D, chirurgia robotica, chirurgia laser, endoscopia e stroboscopia, Narrow Band Imaging) e di moderne infrastrutture (prima fra tutte, il Laboratorio di Chirurgia Sperimentale dell’Università degli Studi di Pavia). Infine, nel corso degli anni sono state avviate solide e proficue collaborazioni con alcune delle più prestigiose istituzioni otorinolaringoiatriche italiane ed europee, che offrono ai medici in formazione la possibilità di effettuare periodi di ricerca e di training durante il percorso della specializzazione.

Segreteria della Scuola
Sig.ra Erica Pavesi
Tel. 0382987027
mail: erica.pavesi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Molecolare
 

AREA: SERVIZI CLINICI

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Giovanni Palladini

 

LA SCUOLA

La patologia clinica, i cui fondamenti provengono dalla patologia generale e dalla fisiopatologia, e la biochimica clinica sono due importanti discipline nell’ambito della medicina di laboratorio. Per i loro contenuti, formativi e professionalizzanti, sono diventate parte integrante dei piani di studio e dei percorsi formativi di molti corsi di laurea e della scuola di specializzazione. Gli aspetti professionalizzanti, per il medico, mirano all’utilizzazione corretta e appropriata dei dati del laboratorio biomedico per contribuire alle attese di salute del malato. Infine la patologia clinica e la biochimica clinica possono essere di grande utilità a tutti i professionisti della medicina di laboratorio per comprendere il ragionamento clinico – diagnostico. La Scuola di Specializzazione in Patologia clinica e Biochimica clinica dell’Università degli Studi di Pavia è afferente al Dipartimento di Medicina molecolare. La sede principale è presso il Dipartimento di Medicina Diagnostica, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo. La rete formativa della predetta Scuola di Specializzazione è costituita dalle strutture di sede, collegate e complementari accreditate ai sensi del D.I. n. 402/2017 e preventivamente individuate dagli organi competenti.

Ulteriori informazioni al link: http://pcbc2020.unipv.it/

Referente amministrativo della Scuola

Dott.ssa Ilaria Canestrale
Tel. 0382987030
mail: ilariapia.canestrale@unipv.it

Segreteria della Scuola

Dott.ssa Martina Righi
Tel. 0382502984
mail: specialitapcbc@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: MEDICA

DURATA: 5 anni

Direttore: Prof. Gianluigi Marseglia

 

LA SCUOLA

L’Università degli Studi di Pavia è fra le più antiche d’Europa, la Sua fondazione è datata  1361 e l’insegnamento della Pediatria risale all’anno accademico 1909/1910 sotto la guida del Professor Scipione Riva Rocci, inventore dello sfigmomanometro.
L’attuale  Clinica Pediatrica è intitolata al Professor  Giuseppe Roberto Burgio, Maestro della Pediatria. La Scuola vanta numerosi Allievi che ricoprono ruoli accademici in Italia e all’estero. La Clinica Pediatrica è sede della Scuola di Specializzazione in Pediatria ed è sita all’interno dell’ IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia.

La Scuola di Specializzazione in Pediatria è diretta dal Prof. Gian Luigi Marseglia.

In accordo con il Decreto interministeriale del 4 Febbraio 2015 n. 68 i  Medici in formazione seguono nel triennio il Curriculum Pediatrico di Base e nel biennio successivo il Curriculum della Formazione Specifica e i Percorsi Elettivi, attraverso rotazioni di 4/8 mesi nei diversi servizi specialistici.
Durante i cinque anni di formazione l’attività dello Specializzando è integrata dall’attività di guardia attiva di Pronto Soccorso pediatrico diurno e notturno presso la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo.

Nell’ambito della rete formativa della Scuola di Specializzazione in Pediatria di Pavia, si annoverano i seguenti presidi ospedalieri: Ospedale Civile di Voghera, Ospedale Civile di Vigevano, Ospedale di Sesto San Giovanni (MI), Ospedale di Rho (MI), Ospedale Maggiore di Lodi, Grande Ospedale Metropolitano Niguarda (MI), Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero di Brescia, Ospedale di Vizzolo Predabissi (MI), Ospedale di Melegnano (MI), Ospedale di Garbagnate (MI), Ospedale di Crema. Inoltre è attiva la collaborazione con Pediatri di libera scelta.

La Scuola si distingue per la presenza di un programma didattico strutturato, organizzato in lezioni frontali garantite dai docenti dei differenti settori della pediatria e in attività teorico-pratiche (PBLS, PALS, rianimazione neonatale). È incentivata la partecipazione attiva a Congressi nazionali ed internazionali anche in qualità di Relatore nonchè a progetti di ricerca. Viene inoltre privilegiata, nel corso del quinquennio, la frequenza presso Istituti di eccellenza Nazionali ed Internazionali.

La formazione presso la Scuola di Specializzazione pavese offre le basi per raggiungere una piena maturità e competenza professionale che comprende un’adeguata capacità di interpretazione delle innovazioni scientifiche ed un sapere critico che consente al Medico in formazione di gestire in modo autonomo, progressivo e consapevole l’acquisizione di competenze scientifiche, culturali ed assistenziali in tutti gli ambiti della Pediatria Generale e Specialistica,  patrimonio di un pediatra completo a 360°.

Segreteria della Scuola
Sig.ra Barbara Quaini
Tel. 0382987026
mail: barbara.quaini@unipv.it

Sig.ra Rosalba Aloisio
Tel. 0382526269
mail: rosalba.aloisio@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Spreafico Eugenia
  • Postiglione Lorenzo
  • Taietti Ivan
  • Siri Giulia

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze del Sistema Nervoso e del Comportamento
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Pierluigi Politi

 

LA SCUOLA

L’Università di Pavia ha diplomato i suoi primi specialisti in Psichiatria nell’anno accademico 1972/1973. Erano quelli anni particolari per la disciplina, da poco distaccatasi dall’alveo delle Malattie Nervose e Mentali, oggetto di interesse, passioni e attenzioni molteplici, che avrebbero dato origine alla riforma psichiatrica del 1978. Nel corso di quegli anni, Dario De Martis, che fondò e diresse la Scuola di Specializzazione, fu tra i primi psichiatri italiani a rinunciare alla gestione di una Clinica Universitaria separata dal “normale”, anche se rivoluzionario per il tempo, lavoro territoriale, svolto nel contesto di vita delle persone assistite.

Da allora ad oggi, a Pavia si sono specializzati in psichiatria circa 500 medici, molti dei quali hanno lavorato e lavorano nei servizi territoriali della zona. Allora come oggi, la psichiatria pavese si è riconosciuta nelle radici sociali di cui sopra, insieme a una marcata attenzione agli aspetti relazionali, comunicativi, psicodinamici della persona sofferente. Il contributo della psicoanalisi alla psichiatria è stato, ad esempio, al centro dell’opera di Fausto Petrella, secondo direttore della scuola. Le Neuroscienze moderne hanno arricchito ulteriormente il DNA della tradizione psichiatrica pavese, così come il lavoro pionieristico svolto da Francesco Barale e Stefania Ucelli nel campo del Disturbo dello Spettro Autistico dell’adulto, culminato nella realizzazione di Cascina Rossago, o come il lavoro innovativo svolto da Edgardo Caverzasi nell’ambito clinico dei Disturbi di Personalità. La rete formativa attuale coincide con il Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze di ASST Pavia, con cui è in atto piena collaborazione (Pierluigi Politi dirige attualmente la scuola di specializzazione e il DSMD) e può contare su alcune collaborazioni internazionali di grande prestigio, su tutte quella con il King’s College di Londra, dove uno dei docenti della scuola, Paolo Fusar-Poli è punto di riferimento internazionale per le condizioni di rischio psicotico e prevenzione, in linea con la sensibilità della scuola pavese alla psichiatria nel territorio/di comunità.

Segreteria della Scuola
Dott.ssa Elisa Gobbi
Tel. 0382985912
mail: elisa.gobbi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Guiot Cecilia
  • Sidoti Francesca Alessandra
  • Galetti Elisa

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: SERVIZI CLINICI

Durata: 4 anni

Direttore: Prof.ssa Anna Pichiecchio

 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione di Radiodiagnostica dell’Università degli Studi di Pavia è stata attivata all’interno dell’Ateneo con l’obiettivo di formare medici specialisti in radiologia con adeguata esperienza ed in grado di utilizzare in modo ottimale le diverse metodiche di indagine, con l’utilizzo di tecniche convenzionali ed avanzate.

Durante il corso formativo, oltre all’attività assistenziale, gli specializzandi sono attivamente coinvolti nella organizzazione e partecipazione a corsi ed eventi congressuali, con l’obiettivo sia di ampliare la loro formazione scientifica e culturale, che l’internazionalizzazione con possibilità di collaborazioni di alto livello.

La rete formativa attualmente consta dei tre Istituti di Ricerca a carattere scientifico IRCCS presenti in città, la Fondazione Policlinico San Matteo, l’Istituto Neurologico Casimiro Mondino e l’Istituto Salvatore Maugeri, oltre alla Fondazione CNAO, centro nazionale di eccellenza per la terapia oncologica, caratteristiche logistiche che nel loro insieme costituiscono un unicum nazionale, con offerta conoscitiva facilmente fruibile e multidisciplinare. Alla rete formativa contribuiscono inoltre gli ospedali del territorio che fanno parte delle ASST di Pavia, Lodi e Crema.

Nella storia della radiologia Pavia è stata, ed è tuttora, un centro importante per lo studio, le ricerche, le applicazioni pratiche e l’insegnamento in tutti i settori della disciplina. Queste condizioni sono state create e favorite agli esordi dalla coesistenza e dalla stretta collaborazione tra una antica e importante Università e un grande e attivissimo Ospedale. Sebbene numerosi elementi sembrino affermare che attività radiologica venisse già svolta a Pavia alla fine dell’800 e all’inizio del ‘900, il primo dato, di cui si ha notizia precisa e sicura, è l’approvazione ufficiale del Regolamento del Gabinetto Radiografico, attivo presso il quattrocentesco Ospedale Policlinico S. Matteo, approvazione registrata nel Consiglio di Amministrazione del 25 ottobre 1904 a meno di 10 anni dalla scoperta dei raggi X avvenuta nel 1895. Vengono nominati dirigente il dott. Roberto Casazza e supplente il dott. Giovanni De Sigis, che pertanto possono essere considerati ufficialmente i primi radiologi di Pavia. L’evoluzione di questa struttura, che dall’anno successivo viene indicata come Gabinetto A. Mazzucchelli è stata caratterizzata dall’attivazione di numerose altre strutture radiologiche, a conduzione ospedaliera o universitaria.

Nell’anno accademico 1924-25 l’Università di Pavia istituisce una Cattedra di Radiologia (è la quarta cattedra universitaria di radiologia in Italia e la prima nella Lombardia), a coprire la quale viene chiamato il prof. Felice Perussia, personalità di grande rilievo nella radiologia italiana, seguito da insigni cattedratici, tra i quali da ricordare il prof. Arduino Ratti ed il prof. Lucio Di Guglielmo, che da allora hanno formato centinaia di radiologi i quali hanno contribuito e contribuiscono in maniera significativa all’avanzamento di questa branca della medicina ancora così giovane e dinamica.

Segreteria della Scuola
Sig.ra Barbara Quaini
Tel. 0382987026
mail: barbara.quaini@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Consonni Alessio
  • Catalano Michele
  • Achilli Marina Francesca

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche
 

AREA: SERVIZI CLINICI

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Lorenzo Preda
 

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola

Dott.ssa Ilaria Canestrale
Tel. 0382987030
mail: ilariapia.canestrale@unipv.it

 

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

Non risultano eletti

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof. Carlo Maurizio Montecucco

 

LA SCUOLA

Segreteria della Scuola

Dott. Michele Sconfietti
Tel. 0382986029
mail: michele.sconfietti@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Maggiore Francesco

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Sanità Pubblica, Medicina Sperimentale e Forense
 

AREA: MEDICA

Durata: 4 anni

Direttore: Prof.ssa Mariangela Rondanelli

 

LA SCUOLA

La Scuola di Specializzazione in Scienze dell’Alimentazione dell’Università di Pavia offre un percorso completo che permette, mediante la frequentazione delle strutture convenzionate, di  maturare conoscenze teoriche, scientifiche e professionali che riguardano in particolare la nutrizione clinica, spaziando dalle attività ambulatoriali ai ricoveri di riabilitazione nutrizionale per pazienti con malnutrizione per eccesso e per difetto nell’ambito di una attività di equipe, alla nutrizione artificiale (enterale e parenterale) ospedaliera e sul territorio. Di particolare interesse l’attività di valutazione di composizione corporea, per la presenza del densitometro a doppio raggio X presso la struttura di sede.

Gli sbocchi professionali riguardano la possibilità di lavorare presso i servizi di dietetica e nutrizione ospedalieri e territoriali, oltre che in ambito aziendale, presso aziende che si occupano di alimenti a fini medici speciali.

Per approfondimenti su attività clinica, scientifica e di ricerca: http://aspnutrizione.wixsite.com/home

Segreteria della Scuola

Dott.ssa Elisa Gobbi
Tel. 0382985912
mail: elisa.gobbi@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Razza Claudia
  • Mansueto Francesca

Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Sanità Pubblica, Medicina Sperimentale e Forense
 

AREA: SERVIZI

Durata: 3 anni

Direttore: Prof.ssa Simona Villani

 

LA SCUOLA

Un po’ di Storia

La Scuola di Specializzazione in Statistica Sanitaria e Biometria dell’Università degli Studi di Pavia ha profonde radici nel passato. Nel 1976 fu aperta presso l’Ateneo Pavese la Scuola di Specializzazione in Statistica sanitaria, con due indirizzi Statistica medica e Programmazione Socio-Sanitaria, sotto la direzione della professoressa Alessandra Marinoni, professore ordinario di Statistica medica della Facoltà di Medicina e Chirurgia e delegato per la Didattica e il riassetto delle specialità presso la Comunità europea e il Ministero dell’Università e della Ricerca a Roma. Nel corso degli anni, gli allievi della Scuola hanno potuto avvalersi di docenti stranieri esperti di Statistica medica ed Epidemiologia che hanno accettato l’invito di svolgere attività di docenza e ricerca nella Scuola. Fra questi:

  • Walter Holland (St Thomas’s Hospital Medical School, London)
  • Perter Armitage (London School of Hygiene and Tropical Medicine)
  • William G Cochran (Harvard University)
  • David Clayton (University of Cambridge)
  • Rodolfo Saracci (International Agency for Research on Cancer in Lyon)
  • John Olsen (University of Aarhus)

Gli allievi iscritti alla Scuola hanno potuto avvalersi di periodi di formazione presso le strutture in cui i docenti stranieri operavano e questo ha contribuito a formare professionisti di elevata competenza per condurre, analizzare e interpretare ricerche in campo medico, biologico, veterinario e farmaceutico con un rapido e apprezzato ingresso nel mondo Accademico italiano e straniero di alcuni degli Specialisti dell’indirizzo Statistica medica. Tra gli Specialisti del percorso di Programmazione Socio-Sanitaria si annoverano molti Direttori Sanitari di prestigiosi Enti Pubblici e Privati. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha spesso richiesto la frequenza alla Scuola come requisito prioritario per coloro i quali svolgono attività nei Paesi in via di sviluppo.

Il percorso di formazione per laureati medici si è avviato nell’anno solare 2020, con l’assegnazione di primi contratti Ministeriali per l’anno accademico 2019/20. Tale percorso è aperto ai laureati in Medicina e Chirurgia, vecchio e nuovo ordinamento, che abbiano conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione entro la data di inizio formazione.

Sede 

La Scuola ha sede presso la Direzione Scientifica degli Istituti Clinici Scientifici Salvatore Maugeri di Pavia e afferisce al Dipartimento di Sanità Pubblica, Medicina sperimentale e forense dell’Ateneo Pavese (Unità di Biostatistica ed epidemiologia clinica). La rete formativa della Scuola è composta da Strutture di Ricerca e di Cura di Pavia di riconosciuta fama nazionale e internazionale (Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia, Fondazione IRCCS Casimiro Mondino) oltre che da Enti del Territorio (ATS di Pavia) e dal Dipartimento di Sanità Pubblica, Medicina sperimentale e forense dell’Ateneo Pavese, sede di altre Scuole di Specializzazione della Classe della Sanità Pubblica (Area dei Servizi Clinici).

Obiettivi formativi

Lo specializzando in Statistica Sanitaria e Biometria nel suo corso di studi deve:

  • maturare la capacità di progettare e gestire studi epidemiologici sia in campo clinico (sperimentazioni cliniche di farmaci e non solo, validazione di metodi diagnostici, …) che di sanità pubblica (studi di popolazione, indagini epidemiologiche descrittive e analitiche per l’identificazione dei fattori di rischio e/o causali delle principali patologie) e di metodologia epidemiologica applicata a dati secondari
  • sviluppare competenze di statistica medica e statistica medica avanzata, di statistica sociale ed economica, di organizzazione, programmazione e legislazione sanitaria.

Lo specializzando deve inoltre:

  • conoscere i principi di logica matematica, le tecniche di analisi numerica e i modelli econometrici fondamentali, le tecniche di ricerca operativa e di programmazione lineare e la normativa sul trattamento dei dati personali e sensibili a scopo scientifico;
  • acquisire capacità di interazione con gli specialisti delle altre tipologie della classe e con altri specialisti nei campi dell’epidemiologia, della valutazione degli interventi, della validazione di linee guida in ambito clinico, della identificazione dei fattori di rischio per le patologie, dell’economia sanitaria, della bioingegneria
  • conoscere le problematiche di ordine sociale, ambientale e organizzativo connesse con la pianificazione di interventi sanitari dei paesi in via di sviluppo.

Per una definizione più approfondita degli obiettivi formativi si rimanda al Regolamento specifico di Scuola.

Organizzazione

L’attività formativa è organizzata in attività formativa “non professionalizzante” (NP) e in attività formativa “professionalizzante” (P). La prima è l’attività didattica frontale in senso stretto ed è organizzata di norma sotto forma di corsi monografici con cadenza mensile e di durata differente secondo i CFU (Crediti Formativi Universitari) previsti nel Piano. La seconda è l’attività pratica o tirocinio organizzata in diverse attività pratiche che mirano a sviluppare e consolidare “sul campo” le abilità derivanti dalle competenze teoriche.

L’orario dell’attività didattica frontale è fornito annualmente prima dell’avvio delle attività formative.

L’attività professionalizzante è espletata nelle diverse strutture della rete formativa a rotazione annuale e/o semestrale, decisa, all’inizio di ogni anno accademico di concerto con il Direttore della Scuola. Le attività professionalizzanti sono condotte secondo 3 livelli di autonomia: in appoggio, in collaborazione guidata e in autonomia protetta secondo quanto stabilito di concerto con gli altri Direttori delle Scuole di Specializzazione in Statistica sanitaria e biometria che hanno sede in regione Lombardia.

Si rimanda al Regolamento specifico della Scuola per ogni ulteriore approfondimento.

 

Segreteria della Scuola

Sig.ra Elisa Scarparo
Tel. 0382987028
mail: elisa.scarparo@unipv.it

Rappresentanti degli Specializzandi nel Consiglio della Scuola per il biennio 2022-2024

  • Fassio Federico