Check - list per studenti NON EU

Se sei uno studente non comunitario residente all'estero già ammesso ad un corso di laurea, scopri gli step successivi all'ammissione.

Prima del tuo arrivo in Italia

Effettua la domanda di pre-iscrizione online per richiedere il visto d’ingresso per motivi di studio, necessario per l’immatricolazione, attraverso la piattaforma UNIVERSITALY.

Per verificare se hai necessità di richiedere il visto per studio (tipo D) alla Rappresentanza Diplomatica – Consolare italiana nel tuo Paese e quali documenti occorrono, puoi consultare il seguente link.

La data di apertura dei termini per richiedere il visto d’ingresso per motivi di studio è prevista per la metà di aprile, in concomitanza con la pubblicazione della Circolare ministeriale.

Le procedure per l’ingresso, il soggiorno e l’immatricolazione degli studenti internazionali ai corsi di formazione superiore in Italia per l’a.a. 2022/23 sono riportate nella circolare del Ministero dell’Università e della ricerca.

Il portale Universitaly non è ancora aperto per l’A.A. 2023/2024 e di conseguenza le informazioni per la procedura di pre-iscrizione.

Invia la scansione dei seguenti documenti all’Admission Office, admission@unipv.it entro i termini previsti:

  • Immatricolazione ai corsi di laurea triennale e/o a ciclo unico:

1.Titolo di studio in originale (o copia conforme o certificato sostitutivo) degli studi secondari conseguito con almeno 12 anni di scolarità*, tradotto in italiano e legalizzato** dalle Rappresentanze diplomatiche italiane situate nello Stato in cui è stato conseguito il titolo o munito di timbro ‘Apostille’ dalle Autorità locali competenti per i Paesi aderenti alla Convenzione dell’Aja del 05.10.1961 o Attestato di Verifica rilasciato dal CIMEA. Nel caso di titolo di studio rilasciato in lingua inglese, spagnola e francese, la traduzione non è richiesta***;

2.Dichiarazione di valore rilasciata dalla Rappresentanza diplomatica italiana competente o Attestato di Comparabilità rilasciato dal CIMEA;

3.Certificato del superamento della prova di idoneità accademica (solo se nel Paese di provenienza è prevista tale prova per l’accesso all’università);

4.Fotocopia del permesso/carta di soggiorno/visto d’ingresso per studio (ove previsto).

  • Immatricolazione ai corsi di laurea magistrale:

1.Titolo di studio in originale (o copia conforme o certificato sostitutivo) che consenta l’immatricolazione alla Laurea Magistrale, tradotto in italiano e legalizzato** dalle Rappresentanze diplomatiche italiane situate nello Stato in cui è stato conseguito il titolo o munito di timbro ‘Apostille’ dalle Autorità locali competenti per i Paesi aderenti alla Convenzione dell’Aja del 05.10.1961. Nel caso di titolo di studio rilasciato in lingua inglese, spagnola o francese la traduzione non è richiesta***;

2.Dichiarazione di Valore rilasciata dalla Rappresentanza diplomatica italiana competente o Attestato di Comparabilità rilasciato dal CIMEA o Diploma Supplement rilasciato dall’università di provenienza;

3.Fotocopia del permesso/carta di soggiorno/visto d’ingresso per studio (ove previsto).

In caso di ritardo nell’ottenimento della documentazione, lo studente dovrà compilare un’autocertificazione in cui dichiara i titoli ottenuti. Lo studente dovrà regolarizzare la sua posizione entro le seguenti scadenze altrimenti incorrerà nelle sanzioni indicate:

NOTA BENE: queste scadenze si riferiscono all’A.A. 2022/2023. Per il prossimo A.A. 2023/2024 le date saranno aggiornate prima dell’inizio del processo di immatricolazione.

  • Documenti non disponibili al 01/06/2023: la carriera accademica sarà bloccata;
  • Documenti non disponibili al 30/09/2023: iscrizione come “studente ripetente al primo anno”;
  • Documenti non disponibili al 31/12/2023: chiusura della carriera accademica per irregolarità amministrativa.

*Se il diploma di maturità è stato conseguito a conclusione di un periodo di scolarità inferiore ai 12 anni, al fine di colmare la scolarità mancante sarà necessario presentare, in alternativa:
– La certificazione accademica attestante il superamento di tutti gli esami previsti per il primo anno o per i primi due anni di studi universitari, se il sistema scolastico del Paese di provenienza è rispettivamente di undici anni o di dieci anni;
– Un titolo ufficiale italiano o estero di studi post-secondari conseguito in un Istituto superiore non universitario e di materia affine al corso prescelto, della durata di un anno o di due anni se il sistema scolastico del Paese di provenienza è rispettivamente di undici anni o di dieci anni;
– Certificazioni relative al superamento di corsi propedeutici (Foundation Course), che colmino gli anni di scolarità mancanti.
Tali certificazioni sono soggette alle stesse formalità richieste per il titolo di studio.

**La legalizzazione dei documenti non è richiesta per Belgio, Danimarca, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda, Francia, Irlanda (Convenzione Europea di Bruxelles 1987) e Germania (Convenzione italo-tedesca 1969); non è inoltre richiesta per i documenti che presentano una modalità di accertamento elettronico/digitale della sua veridicità (QR code/stringa di codice).

*** La traduzione in italiano potrà essere eventualmente richiesta a discrezione degli Uffici e/o della Commissione di valutazione.

Gli studenti internazionali con cittadinanza NON UE possono decidere di pagare i contributi onnicomprensivi secondo una delle seguenti opzioni:

1) Flat rate

Le fasce di contribuzione fissa (Flat rate) sono determinate in base al Paese di cittadinanza e al corso di studio di iscrizione, nel caso ricorrano le seguenti condizioni:

  • essere in possesso di visto d’ingresso o permesso di soggiorno in corso di validità per motivi di studio;
  • non aver presentato i redditi prodotti all’estero per richiedere agevolazioni, servizi o benefici all’Università e/o all’EDiSU.

2) Calcolo del contributo onnicomprensivo in base alla situazione economico-patrimoniale del tuo nucleo familiare di origine.

Il codice fiscale è necessario per svolgere varie attività in Italia, per esempio: aprire un conto in banca, stipulare un contratto di affitto, iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale e richiedere il permesso di soggiorno.

Come ottenere il codice fiscale italiano

E' possibile ottenere il codice fiscale prima o dopo l'arrivo in Italia.

  • Prima del tuo arrivo in Italia: se il Consolato/Ambasciata Italiana nel tuo Paese offre questo servizio, puoi richiedere un codice fiscale ufficiale prima della tua partenza per l’Italia.
  • Dopo il tuo arrivo in Italia: dopo l'immatricolazione invia una email all'Agenzia delle Entrate (dp.pavia.utpavia@agenziaentrate.it) con il seguente testo:

“Gentilissimi, vi inoltro la mia richiesta di codice fiscale. Sono uno studente internazionale immatricolato presso l’Università di Pavia, numero di matricola xxxxx (specify your matriculation number). Allego il mio documento di identità , il modello AA4/8 compilato in lingua inglese. Molte grazie per l’attenzione, Cordiali saluti”

Nell'email è necessario allegare:

  • un documento di riconoscimento valido (passaporto o carta di identità)
  • il modulo di richiesta del codice fiscale (completo di tutte le informazioni richieste)
  • VISTO per studio per gli studenti non comunitari residenti all'estero

L'Agenzia delle Entrate ti contatterà in circa 5 giorni lavorativi.

Dopo il tuo arrivo in Italia

Per l'intera durata degli studi, lo studente internazionale deve essere coperto dall'assicurazione sanitaria. Ciò è necessario anche per la richiesta del permesso di soggiorno.

Come richiedere l'assicurazione sanitaria

E' possibile richiedere l'assicurazione sanitaria in due modi differenti:

1) Iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale ("SSN") per ottenere la Tessera Sanitaria e usufruire dell'assistenza sanitaria pubblica come se foste cittadini italiani. Il SSN vi darà accesso a un medico di base e a prezzi ridotti per visite e trattamenti medici.
L'iscrizione va da gennaio a dicembre, quindi a gennaio dell'anno successivo deve essere rinnovata.
Per iscriversi è necessario recarsi all'Ufficio Postale (Piazza della Posta 1, Pavia) e pagare un bollettino di 149,77€ da compilare con le seguenti informazioni:

  • "C/C postale n. 379222 - Intestato a: Amministrazione P.T. Regione Lombardia - Causale: iscrizione volontaria S.S.N.".

Una volta ottenuta la ricevuta di pagamento, sarà possibile richiedere il Permesso di Soggiorno. Successivamente, dopo aver presentato la domanda di Permesso di Soggiorno, sarà necessario prenotare un appuntamento presso l'ASST di Pavia (Via Indipendenza 3, Pavia) per perfezionare l'iscrizione e farsi assegnare un medico.
I documenti necessari per la domanda sono:

  • Passaporto
  • Codice fiscale
  • Ricevuta della richiesta di permesso di soggiorno
  • Ricevuta del versamento per l'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale ("SSN")
  • Autocertificazione di iscrizione all'Università (da scaricare dal Portale Studenti)
  • Autocertificazione di alloggio (il modulo è disponibile direttamente presso l'ASST).

2) Acquistare un'assicurazione sanitaria privata all'estero o in Italia.
Se si sceglie questa opzione, è necessario verificare attentamente tutte le condizioni contrattuali, poiché, in genere, le assicurazione private coprono le spese solo in caso di ricovero in ambulanza o al Pronto Soccorso.

 

Gli studenti internazionali devono richiedere il permesso di soggiorno (Resident permit) entro 8 giorni dal loro arrivo in Italia.

Per ricevere assistenza nella compilazione della richiesta del permesso di soggiorno (KIT), prenota un appuntamento presso la Questura:

Help Desk Permit of Stay
Questura, Via Rismondo 68, Pavia
permesso.soggiorno@unipv.it

I documenti richiesti per la presentazione della domanda sono:

  • Fotocopia del passaporto (senza pagine vuote);
  • Fotocopia della polizza dell'assicurazione sanitaria (pubblica o privata)/ricevuta del pagamento dell'iscrizione al SSN. La durata dell'assicurazione sanitaria/iscrizione al SSN determina la data di scadenza del permesso di soggiorno;
  • Autocertificazione di iscrizione all'Università (da scaricare dalla propria Area Riservata);
  • Prova di alloggio: fotocopia del contratto di affitto della casa o, se ospite in una delle residenze universitarie, lettera firmata dal rettore o dall'economo del Collegio;
  • Prova di sostegno economico: fotocopia della borsa di studio/del conto corrente bancario/del fronte e del retro della carta di credito;
  • Una marca da bollo da 16€, da acquistare in tabaccheria;

Una volta compilato il KIT, è necessario consegnarlo all'Ufficio Postale (Piazza della Posta 1, Pavia) per l'invio alle Autorità di Immigrazione. Il costo della tassa è di 146,92 €.


Dopo l'invio del KIT riceverete una ricevuta della vostra domanda, che avrà lo stesso valore del Permesso di Soggiorno fino a quando il documento non sarà pronto, quindi ricordatevi di portarla sempre con voi.
Infine, riceverete un SMS con la data dell'appuntamento per il fotosegnalamento e il rilevamento delle impronte digitali presso la Questura di Pavia.

Quando vi recate all'appuntamento, non dimenticate di portare con voi gli originali di tutti i documenti sopra citati, la ricevuta dell'Ufficio Postale e 4 fototessere (con sfondo bianco).
Lo stato del Permesso di Soggiorno può essere sempre controllato sul Portale Immigrazione (utilizzando il nome utente e la password che si trovano sulla ricevuta dell'Ufficio Postale).
 

Contatti
Immagine
info icon
Prendi un appuntamento

Admission Office per avere informazioni sul processo di ammissione e immatricolazione:

Welcome Office per avere informazioni sui servizi dedicati agli studenti internazionali:

Immagine
info icon
Parla con noi

Invia una email a admission@unipv.it per avere informazioni sul processo di ammissione e immatricolazione;

Invia una email a welcomeoffice@unipv.it per avere informazioni sui servizi dedicati agli studenti internazionali;

  • Telefono: 0382984020 (Lunedì - giovedì: 10.00-12-00/14.00-16.00; Venerdì: 10.00-12.00)