Links condivisione social

Tecnologie digitali per le costruzioni, l'ambiente e il territorio

Il corso di laurea professionalizzante in “Tecnologie digitali per le costruzioni, l’ambiente e il territorio” formerà professionisti aventi un profilo culturale che trova le sue origini nella figura tradizionale del Geometra e che tuttavia si allarga per comprendere tematiche quali: l’efficientamento energetico, la sicurezza delle strutture, la protezione del territorio, il monitoraggio del territorio, dei manufatti e delle infrastrutture, la sicurezza sul lavoro, la mediazione e gestione dei conflitti, la valutazione immobiliare.
Il profilo dei tecnici formati sarà intermedio fra il ruolo esecutivo e quello progettuale, tipico delle lauree tradizionali in ingegneria. Tutto il corso di studi avrà un forte orientamento alla digitalizzazione e alla gestione informatica dei progetti e delle attività.
Il corso di laurea prevede un unico indirizzo nel quale sono previsti sia insegnamenti di base che caratterizzanti con una forte presenza diattività laboratoriali e un terzo anno dedicatoal tirocinio formativo presso realtà lavorativecome studi professionali, aziende, imprese di costruzioni o enti pubblici. Inoltre, dato ilcarattere professionalizzante del corso di laurea, diversi corsi e laboratori avranno,fra le proprie finalità, quella di preparare glistudenti a sostenere alcune certificazioni trale quali ICDL Standard, CAD 2D e GIS; BIMSpecialist; Tecnico per il coordinamentodella sicurezza sui cantieri; Certificatore energetico.

Il corso di laurea partecipa al Progetto Ri-formare la Pa. Persone qualificate per qualificare il PaesePA110ELODE che offre al personale in servizio nelle pubbliche amministrazioni l’opportunità di iscrizione a condizioni agevolate. Ulteriori informazioni alla pagina dedicata al progetto e nel bando di concorso.

Il corso in sintesi

Durata
3 anni
Crediti
180
Coordinatore del corso
Vittorio Marco Casella
Area tematica
Ingegneria
Accesso
Programmato
Lingua
Italiano
Classe di Laurea
L-P01 - Professioni tecniche per l'edilizia e il territorio
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE E ARCHITETTURA
Sede
PAVIA - Università degli Studi

Descrizione obiettivi formativi specifici

Il Corso di Laurea TeDCAT formerà geometri laureati abilitati all'iscrizione al Collegio dei Geometri e Geometri Laureati, aventi un profilo culturale concentrato su tre nuclei principali: il rilievo del territorio, le costruzioni, la pianificazione territoriale e l'estimo. I contenuti insegnati includono anche: l'efficientamento energetico, sicurezza dei lavori e delle opere, la protezione del territorio, il monitoraggio del territorio, dei manufatti e delle infrastrutture, la sicurezza sul lavoro, la valutazione immobiliare e la gestione del patrimonio. Tutto il corso di studi avrà un forte orientamento alla digitalizzazione e alla gestione informatica dei progetti e delle attività. Nei corsi e, soprattutto, nei laboratori, verranno insegnati diversi programmi informatici utili per le attività dei professionisti formati: SW per il CAD, BIM, GIS, il rilievo topografico, la certificazione energetica; verrà insegnato l'uso avanzato di un foglio elettronico, utile per o svolgimento di calcoli tecnici, rendicontazioni, computi metrici. Verrà insegnato l'uso di strumenti digitali per il rilievo e il monitoraggio del territorio quali total station topografiche digitali e motorizzate, ricevitori GNSS, lidar e droni. Il percorso formativo del Corso di Laurea proposto è sostanzialmente rigido, con l'eccezione di 12 CFU da scegliere liberamente nell'offerta didattica dell'Ateneo. Sono previsti crediti per le materie di base, in numero limitato. Sono assegnati crediti alle materie caratterizzanti e affini, come meglio specificato dalle tabelle presenti nelle Sezioni seguenti. Vi sono 48 CFU dedicati ad attività laboratoriali. Infine, 48 CFU sono assegnati al tirocinio pratico-valutativo (TPV), svolto presso strutture convenzionate, che ha lo scopo di esporre lo studente alle pratiche tipiche della professione del geometra laureato. La didattica svolta in TeDCAT avrà caratteristiche originali. Sarà rigorosa, come è tipico degli insegnamenti universitari, e al tempo stesso orientata alle applicazioni. Il ricorso al formalismo matematico sarà ridotto all'essenziale. Si insegnerà principalmente come affrontare i diversi problemi oggetto di studio attraverso l'uso di strumenti hardware e software selezionati. I corsi non si limiteranno ad insegnare il mero funzionamento degli strumenti, ma avranno lo scopo di formare tecnici qualificati capaci di operare a supporto del progetto (rilievo, calcolo strutturale, rappresentazione, sicurezza e cantiere). Dato il carattere professionalizzante del Corso di Laurea, diversi corsi e laboratori avranno, fra le proprie diverse finalità, quella di preparare gli studenti a sostenere alcune certificazioni: ICDL (ICDL - International Certification of Digital Literacy) Standard; ICDL CAD 2D; ICDL GIS; BIM Specialist; Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione (CSE); Certificatore energetico. I corsi di laurea professionalizzanti non hanno come sbocco naturale l'iscrizione a una laurea magistrale, anche se ciò non è esplicitamente vietato dalle norme. Lo sbocco naturale è l'attività lavorativa.

Sbocchi professionali

Geometra laureato Le competenze nell’utilizzo di tecnologie digitali e nella gestione di processi digitali nell’ingegneria civile e ambientale sono fortemente richieste dal mercato. La transizione dai sistemi tradizionali di progettazione e gestione delle opere civili a sistemi digitali ed a sistemi basati su tecnologie BIM è in corso e la domanda di figure professionali in grado di operare con questi nuovi sistemi è significativa. Analoga transizione sta avvenendo nell’ambito della cartografia, della pianificazione e gestione del territorio: la domanda di figure professionali capaci di operare in modo appropriato con le tecnologie GIS è forte. Gli sbocchi professionali possono riguardare quindi: • Strutture tecniche private che si occupano di progettazione e di gestione di opere civili • Strutture tecniche private che occupano di rilievo topografico e monitoraggio del territorio • Imprese di costruzioni • Strutture tecniche pubbliche • Aziende fornitrici di sistemi, servizi e componenti per l’ingegneria civile e ambientale • Studi professionali operanti nel campo dell’ingegneria civile e ambientale, dell’urbanistica, dell’estimo e dell’informatica del territorio L’iscrizione ad una laurea magistrale non costituisce uno sbocco naturale per i laureati.

Conoscenze richieste per l'accesso

È richiesto il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. Sono inoltre richieste le seguenti conoscenze e competenze: - capacità di ragionamento logico; - capacità di utilizzare i principali risultati della matematica elementare e dei fondamenti delle scienze sperimentali. La verifica del possesso delle conoscenze di ingresso, obbligatoria in base al D.M. 270/04, avverrà secondo le modalità specificate nel regolamento didattico del corso di studio, dove saranno altresì indicati gli Obblighi Formativi Aggiuntivi previsti nel caso in cui la verifica non sia positiva, da soddisfare nel primo anno di corso.

Come iscriversi - A.A. 2024/25

L’accesso al Corso di laurea professionalizzante in Tecnologie digitali per le costruzioni, l’ambiente e il territorio – (Classe L-P01) è limitato da un numero chiuso programmato a livello locale.
L’ammissione non avviene tramite graduatoria ma è assegnata a chi è in possesso dei requisiti richiesti e si candida in presenza di posti disponibili. Le informazioni  sull’accesso al corso di laurea, termini e modalità sono indicate nel bando di concorso.
L'esame finale del corso di laurea professionalizzante in Tecnologie digitali per le costruzioni, l’ambiente e il territorio è abilitante al titolo di geometra laureato (Esame di Stato) e consente l'iscrizione al Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati.

Si ricorda che dopo la chiusura della prima finestra, al termine delle assegnazioni dei posti disponibili ai candidati in lista come previsto dal bando, le posizioni scadute e in stato “non ammesso” verranno annullate.
I candidati esclusi dall’assegnazione del posto, se interessati, devono candidarsi di nuovo nella finestra dei subentri, iscrivendosi al nuovo concorso di ammissione.

 

 

Le informazioni per l'occupazione di un posto nel corso di laurea di interesse per gli studenti del IV anno di scuola superiore sono disponibili alla pagina dedicata.