Links condivisione social

Philosophical Knowledge: Foundations, Methods, Applications

The Master's Degree Course in Philosophical Knowledge: Foundations, Methods, Applications is unique in the panorama of university education in Italy, aiming to reach the highest standards of excellence. 

This is an 'inter-university' degree course, taught jointly by three universities: the University of Bergamo (Administrative Headquarters for the first four years), the University of Pavia and the IUSS - University School of Advanced Studies in Pavia.

It is the first Italian degree course in philosophy to be entirely taught in English. It is part of the framework of the European education system and aims to open the job opportunities of the global labour market to its graduates. 

The degree course leans towards an international teaching approach: every year, six renowned foreign philosophers, true authorities in their respective research areas, are invited to cooperate as professors in the training of students on the course, thus opening the course up to the cross-fertilisation of innovative teaching methods and teacher-student interaction.

It is characterised by a new and profound focus on the applied dimensions of philosophical knowledge, methods and practices, in the assumption that rationality models, conceptual analysis tools and rational argumentation techniques must play an increasingly central role in decision-making and problem-solving processes in the economic, technological, business, political and social spheres in the broadest sense.

Il corso in sintesi

Durata
2 anni
Crediti
120
Coordinatore del corso
Area tematica
Lettere, Filosofia, Lingue
Accesso
Libero
Lingua
Inglese
Classe di Laurea
LM-78 - Classe delle lauree magistrali in Scienze filosofiche
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
Sede
BERGAMO - Università degli Studi

Descrizione obiettivi formativi specifici

Obiettivo del Corso di Laurea Magistrale in Philosophical Knowledge: Foundations, Methods, Applications è quello di rispondere all’attuale mutamento di paradigma culturale, offrendo un solido bagaglio di conoscenze teoriche, metodi concettuali e strumenti argomentativi con cui operare in modo efficace in diversi contesti di attività e a vari livelli di analisi. Il corso intende perseguire questo obiettivo come declinazione specifica degli obiettivi generali della classe di laurea, nella misura in cui questi necessitano di essere tradotti all’interno di un contesto nel quale i nodi epistemologici e gnoseologici che sono al centro dell’attenzione del Corso di laurea assumono un rilievo centrale. In tal senso, tanto la preparazione relativa ai contenuti del sapere filosofico, quanto le capacità di ordine metodologico, critico e analitico previste per la classe LM-78 vengono qui intese nel senso di una più fine e accentuata capacità di padroneggiare gli strumenti intellettuali fondamentali dei saperi filosofici. Questo approccio consente di approfondire la conoscenza della realtà attraverso la costruzione di modelli concettuali che tengono conto dei recenti sviluppi della ricerca scientifica e delle molte tensioni cui l’immagine condivisa del mondo e il sistema delle pratiche economiche e sociali sono sempre più sottoposti. Quindi, in linea con la declaratoria della classe di laurea magistrale LM-78, i laureati acquisiranno: - una solida conoscenza delle diverse tradizioni filosofiche in senso cronologico e diacronico e di saper costruire un fruttuoso dialogo fra queste e le problematiche del presente; - una puntuale capacità interpretativa del dibattito filosofico attuale e passato e una sua valutazione nei riguardi delle grandi questioni di ordine epistemologico, gnoseologico, metodologico, ontologico ed etico; - una solida capacità di inserire l’elaborazione teorica nel confronto con la dimensione pratica delle discipline scientifiche e tecnico-scientifiche; - una solida competenza di ordine storico-critico, con cui misurarsi con le evoluzioni della riflessione filosofica nel corso dei secoli; - specifiche competenze di ordine analitico e argomentativo, in rapporto ai saperi filosofici come anche a quelli di ordine scientifico e tecnico-scientifico e alle questioni di natura etica; - una profonda conoscenza delle questioni metodologiche e teoriche relative al campo delle scienze filosofiche come anche di quelle umane e sociali, naturali, fisiche e matematiche, oltre che delle discipline tecniche come l’informatica; - una adeguata capacità di utilizzo della lingua italiana nel proprio settore disciplinare; - una conoscenza avanzata della lingua inglese nel settore disciplinare delle scienze filosofiche. L’ambizione del corso di laurea è di raggiungere questi obiettivi avendo di mira un orizzonte europeo. Ad accompagnare l’obiettivo formativo vi è infatti la volontà di costituire in ambito regionale un percorso universitario che risponda a una domanda pubblica di sapere che ha ormai una portata globale e che richiede il possesso di strumenti e metodi di concettualizzazione efficaci per elaborare solide chiavi di lettura e di intervento per problemi di diretto impatto etico, politico, economico e sociale A questo scopo: a) il nucleo degli insegnamenti del corso di laurea si concentra sulla dimensione propriamente teorica, negli ambiti dell'epistemologia, della filosofia della mente e delle scienze cognitive, dell'ontologia, della metafisica, della filosofia della logica e della matematica, della filosofia del linguaggio e della filosofia pratica tra etica e politica; b) il percorso formativo viene affiancato e completato dagli insegnamenti di ambito storico filosofico, che permettono di tracciare profonde linee di sviluppo concettuale che entrino direttamente in dialogo con l’orientamento generale del corso. Questo approccio teorico diacronico guiderà un’analisi filosofica complessa delle sfide concettuali che la società umana si trova di fronte.

Sbocchi professionali

Specialista di risorse umane Il laureato può svolgere le funzioni di: - consulente aziendale; - dirigente in aziende di produzione di beni e servizi; - specialista di relazioni interaziendali in imprese pubbliche e private, con particolare riferimento al coordinamento di gruppi di lavoro, alla mediazione tra parti, all’analisi di situazioni complesse con individuazione di nuove vie di soluzione. Specialista dell’organizzazione del lavoro Il laureato può svolgere le funzioni di: - consulente aziendale; - dirigente in aziende di produzione di beni e servizi; - specialista di relazioni interaziendali in imprese pubbliche e private, con particolare riferimento al coordinamento di gruppi di lavoro, alla mediazione tra parti, all’analisi di situazioni complesse con individuazione di nuove vie di soluzione. Specialista delle relazioni pubbliche, dell’immagine e professioni assimilate Il laureato può svolgere le funzioni di: - Consulente per le pubbliche relazioni (imprese pubbliche e private, agenzie di comunicazione); - Consulente editoriale, redattore di testi e direttore di collane; - Specialista della comunicazione e organizzatore di eventi culturali; - Mediatore interculturale (interpretazione di esigenze individuali e sociali in contesti multi-culturali, presso istituzioni governative e non governative). Filosofo - specialista della ricerca teorica, accademica e non accademica (istituzioni universitarie nazionali e internazionali, centri di ricerca legati a istituti privati o aziende); - specialista del counseling filosofico (promozione di una consapevolezza critica dei problemi e del raggiungimento di un equilibrio personale); - counseling filosofico (promozione di una consapevolezza critica dei problemi e del raggiungimento di un equilibrio personale). - autore di testi e contenuti veicolati attraverso i media; - responsabile delle sezioni di critica letteraria o cinematografica, della divulgazione scientifica di soggetti operanti nel campo dell’editoria, della produzione e disseminazione di cultura, dell’informazione; - consigliere filosofico e consulente per quanti operano nell’ambito della gestione delle risorse umane, del marketing e della dirigenza di grandi aziende, pubbliche e private; - consigliere per quanti si trovano ad esercitare la funzione di decisori e necessitano di supporto sul piano del pensiero critico. Ricercatore e tecnico laureato nelle scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche Il laureato può svolgere le funzioni di: - specialista della ricerca teorica, accademica e non accademica (istituzioni universitarie nazionali e internazionali, centri di ricerca legati a istituti privati o aziende); - responsabile delle relazioni con realtà (imprese pubbliche e private, centri di studio e ricerca, fondazioni, musei) che operano nel settore della ricerca, della produzione di cultura e della disseminazione di contenuti - responsabile della comunicazione e della organizzazione degli eventi culturali; - responsabile di progetti finalizzati alla tutela e promozione dei beni culturali materiali e immateriali (biblioteche, musei, contenuti). Consigliere dell’orientamento Il laureato può operare nei settori: - dell’orientamento scolastico e professionale; - dell’informazione per i giovani; - dell’orientamento al lavoro; - dell’orientamento negli studi universitari; - dell’orientamento per le scuole superiori; - dell’orientamento nell’ambito dei programmi di alternanza scuola/lavoro.

Conoscenze richieste per l'accesso

Gli studenti in ingresso dovranno essere in possesso di diploma di laurea di primo livello ovvero di titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto come idoneo e avere conseguito almeno 60 cfu nei settori scientifico.disciplinari caratterizzanti della classe LM-78, di cui almeno 36 nei settori scientifico disciplinari filosofici, cioè M-FIL/01, M-FIL/02, M-FIL/03, M-FIL/04, M-FIL/05, M-FIL/06, M-FIL/07, M-FIL/08, SPS/01, IUS/20. Non si prevede l’ammissione di studenti non provvisti di laurea di primo livello o che non abbiano acquisito i cfu sopra specificati. Fermo restando il soddisfacimento dei requisiti indicati, la verifica della preparazione personale di ciascuno studente è obbligatoria in ogni caso, e possono accedervi solo gli studenti in possesso dei requisiti curricolari. In particolare, tale possesso non potrà essere considerato come verifica della personale preparazione, che verrà verificata mediante un colloquio orale o una prova scritta, secondo modalità specificate nel quadro A3.b Per l’iscrizione al percorso formativo è richiesta una conoscenza di base dell’inglese corrispondente al livello B-2. Le modalità di verifica delle competenze linguistiche richieste per l'accesso sono definite nel regolamento didattico del Corso di Studi.

Tutte le informazioni sul piano di studi e per immatricolarsi all'anno accademico 2023-2024 sono disponibili sul sito web del corso.

Servizi e info utili