Ingegneria elettronica e informatica

Il corso di laurea in Ingegneria elettronica e informatica unisce le due componenti fondamentali che da sempre costituiscono la base dell’Ingegneria dell’informazione: l’elettronica e l’informatica. Le tecnologie dell’informazione hanno una diffusione crescente nella società contemporanea e trovano applicazioni sempre nuove nei settori più disparati: servizi, industria, terziario, sanità, pubbliche amministrazioni, producendo un costante miglioramento della qualità della vita.
La rapida evoluzione del settore richiede personale altamente qualificato, con una buona preparazione interdisciplinare e specifiche competenze professionali, che possa contribuire significativamente allo sviluppo scientifico e tecnologico.

Il corso in sintesi

Durata
3 anni
Crediti
180
Coordinatore del corso
Chiara Toffanin
Area tematica
Ingegneria
Accesso
Libero
Lingua
ITALIANO
Classe di Laurea
L-8 - Classe delle lauree in Ingegneria dell'informazione
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE E DELL'INFORMAZIONE
Sede
PAVIA - Università degli Studi
Anno di corso: 1
Obbligatori
  • FISICA I 9 crediti - 90 ore Secondo Semestre - LUCA TARTARA
Anno di corso: 2
Obbligatori
Anno di corso: 3
Obbligatori 12 CFU a libera scelta. È possibile scegliere tra tutti gli insegnamenti offerti dall'Ateneo. Il Corso di Studio consiglia: (12 CFU)
Anno di corso: 1
Obbligatori
  • FISICA I 9 crediti - 90 ore Secondo Semestre - LUCA TARTARA
Anno di corso: 2
Obbligatori
Anno di corso: 3
Obbligatori 12 CFU a libera scelta. È possibile scegliere tra tutti gli insegnamenti offerti dall'Ateneo. Il Corso di Studio consiglia: (12 CFU)

Descrizione obiettivi formativi specifici

Il Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica e Informatica ha lo scopo di formare, nell'arco dei tre anni, una figura di laureato, dotato di cultura generale e di competenze applicative adeguate ad un settore professionale come quello dell'Ingegneria dell'Informazione, che richiede capacità di continuo adattamento alla rapida evoluzione delle tecnologie. Al termine del suo percorso formativo, il laureato dovrà essere in grado di identificare, analizzare, formalizzare e risolvere i principali problemi tipici del settore. Inoltre, dovrà essere dotato di solide basi metodologiche, tali da garantirgli la flessibilità necessaria per mantenersi al passo con l'evoluzione della tecnologia. A tal fine, oltre alle conoscenze specifiche si forniranno allo studente solide fondamenta teoriche e metodologiche, per evitare una rapida obsolescenza delle competenze e fornire, invece, i necessari strumenti e metodi per un aggiornamento continuo, anche dopo laureato. A questo scopo, nei primi due anni, trovano ampio spazio gli insegnamenti delle basi fisico-matematiche dell'ingegneria (analisi matematica, geometria e algebra lineare, fisica generale), e dei fondamenti dell'informatica e insegnamenti che introducono ai fondamenti delle discipline ingegneristiche tipiche dell'Ingegneria Elettronica e Informatica (automatica, campi elettromagnetici, elettronica, informatica, telecomunicazioni). Grazie ad essi vengono fornite allo studente solide basi teoriche e metodologiche. Infatti, la presentazione degli argomenti sottolinea sia gli aspetti metodologici sia quelli applicativi, questi ultimi esemplificati grazie a significative esperienze di laboratorio e con la discussione di esempi di soluzione di semplici problemi applicativi. Le tradizionali lezioni 'ex cathedra' sono quindi affiancate da un consistente numero di esercitazioni numeriche e sperimentali, in modo da agevolare l'assimilazione dei concetti teorici e da svilupparne contestualmente la padronanza d'uso mediante l'analisi e la soluzione di esempi concreti. Negli ultimi anni, possono essere previsti percorsi differenziati, ciascuno volto ad approfondire aspetti più specifici del settore, per esempio, quelli orientati all'Elettronica, alle Telecomunicazioni, all'Informatica e all'Automatica. Durante il terzo anno, inoltre, viene offerta la possibilità di svolgere un tirocinio in ambiente di lavoro extra-universitario. Il piano degli studi mira infine a fornire conoscenze adeguate ad affrontare l'eventuale prosecuzione degli studi nei corsi di laurea magistrale. Il Corso di Studi ha per obiettivi primari l'apprendimento: - delle conoscenze fisico-matematiche necessarie per la comprensione dei fondamentali dell'elettronica e delle telecomunicazioni, nonché delle applicazioni dell'informatica in tali settori; - della capacità di comprendere il funzionamento e le applicazioni dei dispositivi elettronici analogici; - della capacità di comprendere il funzionamento, le applicazioni e le tecniche di progetto dei circuiti elettronici analogici; - della capacità di comprendere il funzionamento, le applicazioni e le tecniche di progetto dei sistemi e degli apparati di telecomunicazioni; - della conoscenza delle tecniche di elaborazione e trasmissione dell'informazione e della loro applicazione nei sistemi di telecomunicazione e nei calcolatori elettronici; - della conoscenza dei fondamenti dei controlli automatici e delle loro applicazioni; - della conoscenza delle tecniche e delle applicazioni delle misure elettroniche; - dell'uso di strumenti per la progettazione assistita dal calcolatore; - della conoscenza di elementi di economia applicata all'ingegneria. Potranno inoltre essere trattati argomenti più specifici, anche nell'ambito di percorsi ad hoc. Tali approfondimenti potrebbero riguardare, ad esempio: - la conoscenza dei circuiti elettronici digitali e del loro impiego; - la conoscenza a livello introduttivo delle tecniche a microonde e fotoniche; - le conoscenze necessarie per l'uso e la progettazione di una rete informatica; - gli strumenti e le tecniche per lo sviluppo autonomo di programmi gestionali e di calcolo; - la conoscenza delle tecniche di progettazione e gestione dei sistemi informativi per le aziende, per la sanità, per il cittadino e per la pubblica amministrazione.

Sbocchi professionali

Ingegnere Elettronico junior/Ingegnere Informatico junior Il mercato di riferimento del laureato in Ingegneria Elettronica e Informatica è amplissimo e continua ad estendersi, di pari passo con l'aumentata pervasività di queste discipline. Qui di seguito si elencano alcuni degli ambiti lavorativi più ricorrenti e delle competenze professionali più richieste per l'area dell'elettronica: - aziende manufatturiere di prodotti per l'elettronica; - aziende di telecomunicazioni; - gestione e sviluppo di sistemi e servizi telematici; - gestione e sviluppo di componentistica e circuiti elettronici. Alcune delle competenze professionali più richieste per l'area dell'informatica sono invece le seguenti: - gestione e sviluppo di sistemi e ambienti informatici in rete; - gestioni e sviluppo di sistemi multimediali; - gestione di sistemi di automazione per l'industria e i servizi; - gestione e sviluppo di sistemi informativi per le aziende, per la sanità, per il cittadino e per la pubblica amministrazione. Nel quadro successivo sono riportati i codici ISTAT delle professioni cui il Corso di Laurea prepara. A questo proposito, è opportuno però ricordare che la qualifica di "tecnico" viene normalmente utilizzata nelle professioni ingegneristiche per indicare un diplomato di scuola media superiore. Perciò, dato che le codifiche ISTAT da utilizzarsi per le lauree sono quelle del “grande gruppo 3”, sono state indicate queste ultime, ma dove il termine “tecnico” va inteso come “ingegnere junior”.

Conoscenze richieste per l'accesso

Per essere ammesso al Corso di Laurea lo studente deve essere in possesso del diploma di scuola secondaria superiore richiesto dalla normativa in vigore, o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo dagli organi competenti dell'Università. Per quanto riguarda la preparazione iniziale è necessario essere capaci di comunicare efficacemente, in forma scritta e orale, in inglese, possedere alcune specifiche conoscenze nell'ambito della Matematica che verranno accuratamente descritte nel Regolamento didattico del corso di studio e una buona conoscenza di base di Fisica. La Facoltà propone agli studenti che intendono iscriversi una prova (test di accesso), il cui esito attesta il grado di competenza complessiva dello studente nelle aree suddette. Limitatamente alla Matematica e alla Lingua inglese dalla medesima prova si deduce l'eventuale debito di conoscenze dello studente, che sarà possibile compensare successivamente all'immatricolazione. Per gli studenti in debito, la Facoltà organizza corsi di recupero con relativa verifica e mette a disposizione strumenti di studio e auto apprendimento, anche nel settore linguistico. Le modalità di recupero di eventuali lacune e deficit formativi dello studente (da colmare in ogni caso entro il primo anno di studi) sono disciplinate dal Regolamento didattico del Corso di Laurea.