Ingegneria industriale

Il corso di laurea è articolato in tre curricula: EnergiaMeccanicaGestionale.
Con questi percorsi si copre un’ampia varietà di settori quali la produzione energetica, l’industria manifatturiera, i trasporti, l’automazione di fabbrica, la produzione industriale, il settore automotive, il risparmio energetico, la pianificazione industriale, la logistica e la gestione industriale.

Il corso in sintesi

Durata
3 anni
Crediti
180
Coordinatore del corso
Francesco Benzi
Area tematica
Ingegneria
Accesso
Libero
Lingua
ITALIANO
Classe di Laurea
L-9 - Classe delle lauree in Ingegneria industriale
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE E DELL'INFORMAZIONE
Sede
PAVIA - Università degli Studi
Anno di corso: 1
Obbligatori
  • CHIMICA 6 crediti - 45 ore Secondo Semestre - DANIELE DONDI
  • FISICA I 9 crediti - 83 ore Secondo Semestre - DANIELA GRANDO
Anno di corso: 2
Obbligatori
Anno di corso: 3
Obbligatori Scegli 9 crediti (9 CFU) 12 CFU a libera scelta. È possibile scegliere tra tutti gli insegnamenti offerti dall'Ateneo. Il Corso di Studio consiglia: (12 CFU)
Anno di corso: 1
Obbligatori
  • CHIMICA 6 crediti - 45 ore Secondo Semestre - DANIELE DONDI
  • FISICA I 9 crediti - 83 ore Secondo Semestre - DANIELA GRANDO
Anno di corso: 2
Obbligatori
Anno di corso: 3
Obbligatori Scegli 3 crediti (3 CFU) 12 CFU a libera scelta. È possibile scegliere tra tutti gli insegnamenti offerti dall'Ateneo. Il Corso di Studio consiglia: (12 CFU)
Anno di corso: 1
Obbligatori
  • CHIMICA 6 crediti - 45 ore Secondo Semestre - DANIELE DONDI
  • FISICA I 9 crediti - 83 ore Secondo Semestre - DANIELA GRANDO
Anno di corso: 2
Obbligatori
Anno di corso: 3
Obbligatori Scegli 3 crediti (3 CFU) 12 CFU a libera scelta. È possibile scegliere tra tutti gli insegnamenti offerti dall'Ateneo. Il Corso di Studio consiglia: (12 CFU)

Descrizione obiettivi formativi specifici

Il Corso di Laurea in Ingegneria industriale propone una formazione ingegneristica a largo spettro comprendente la conoscenza delle basi scientifiche, delle problematiche e delle tecniche operative basilari dell'ingegneria industriale negli ambiti elettrico, meccanico ed energetico, comprendendo anche competenze nella progettazione, conduzione e manutenzione di impianti industriali. Alle nozioni di base nelle discipline Matematica, Fisica, Chimica e Informatica fa seguito un nucleo di insegnamenti comuni ai settori ingegneristici dell'Elettrotecnica, della Meccanica, e delle Misure. Le competenze operative sono quindi conseguite nell'ambito dei due percorsi, Energia e Meccanica, che, oltre a fornire una base comune di preparazione offrono le conoscenze caratterizzanti dei corrispondenti settori. La tipologia del corso è prevalentemente metodologica, ma è anche prevista un'esperienza aziendale con lo strumento del tirocinio formativo, offerto agli studenti come opzione, attraverso specifici percorsi appositamente predisposti e seguiti da tutori e docenti universitari.

Sbocchi professionali

Le competenze acquisite permettono un'attività mirata specialmente al progetto, alla gestione ed alla manutenzione di sistemi elettrici, energetici e meccanici e di processo, specie in ambito industriale. La preparazione tiene conto degli sbocchi professionali tipici dell'ingegnere industriale, nell'ambito di importanti strutture produttive di beni e servizi tra cui: enti fornitori di energia; industrie per la produzione dei componenti di impianti, di macchine e di apparecchiature elettriche, meccaniche e dell'industria manifatturiera in genere (come responsabile della produzione, dei servizi tecnici, della gestione dell'energia, della manutenzione e del controllo della qualità); sono inoltre previsti ruoli tecnici presso gli Enti statali e parastatali quali Ferrovie dello Stato, Poste e Telecomunicazioni, Lavori Pubblici, ecc.; di crescente rilievo è anche l'attività di libera professione, consulenza e certificazione anche nei settori della normativa antinfortunistica e della sicurezza in genere, della qualità e del risparmio energetico. I laureati possono prevedere come occupazione l'insegnamento nella scuola, una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente.

Conoscenze richieste per l'accesso

Per essere ammesso al corso di laurea lo studente deve essere in possesso del diploma di scuola secondaria superiore richiesto dalla normativa in vigore, o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo dagli organi competenti dell'Università. Per quanto riguarda la preparazione iniziale si ritengono indispensabili alcune specifiche conoscenze nell'ambito della Matematica e la capacità di utilizzare adeguatamente la lingua inglese; si ritiene inoltre importante una buona conoscenza di base di Fisica e Chimica. La Facoltà propone agli studenti che intendono iscriversi una prova (test di accesso), il cui esito attesta il grado di competenza complessiva dello studente nelle aree suddette. Limitatamente alla Matematica e alla Lingua inglese dalla medesima prova si deduce l'eventuale debito di conoscenze dello studente, che sarà possibile compensare successivamente all'immatricolazione. Per gli studenti in debito, la Facoltà organizza appositi corsi di recupero con relativa verifica e mette a disposizione strumenti di studio e auto-apprendimento, anche nel settore linguistico. Le modalità di recupero di eventuali lacune e deficit formativi dello studente (da colmare in ogni caso entro il primo anno di studi) sono disciplinate dal Regolamento didattico del corso di laurea. I requisiti richiesti nell'ambito della Matematica e della Lingua inglese sono definiti dal regolamento didattico.