Industrial automation engineering

Il corso si svolge interamente in lingua inglese, fornisce un'istruzione di alto livello a studenti laureati con una laurea in ingegneria elettrica o discipline scientifiche. Il programma è caratterizzato da insegnamenti nelle area dell'ingegneria elettrica, dell'automazionee dell'economia e gestione.

Il corso in sintesi

Durata
2 anni
Crediti
120
Coordinatore del corso
Hermes Giberti
Area tematica
Ingegneria
Accesso
Libero
Lingua
INGLESE
Classe di Laurea
LM-25 - Classe delle lauree magistrali in Ingegneria dell'automazione
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE E DELL'INFORMAZIONE
Sede
PAVIA - Università degli Studi
Anno di corso: 1
Obbligatori 6 CFU a libera scelta. È possibile scegliere tra tutti gli insegnamenti offerti dall'Ateneo. Il Corso di Studio consiglia:
  • ELETTRONICA 6 crediti - 74 ore Annualità Singola - VALERIO ANNOVAZZI LODI
6 CFU a libera scelta. È possibile scegliere tra tutti gli insegnamenti offerti dall'Ateneo. Il Corso di Studio consiglia:
Anno di corso: 2
Obbligatori Scegli un insegnamento (3 CFU)
Anno di corso: 1
Obbligatori Scegli un insegnamento
  • MECCATRONICA 6 crediti - 51 ore Primo Semestre - FRANCESCO LEPORATI
6 CFU a libera scelta. È possibile scegliere tra tutti gli insegnamenti offerti dall'Ateneo. Il Corso di Studio consiglia: (6 CFU)
  • ELETTRONICA 6 crediti - 74 ore Annualità Singola - VALERIO ANNOVAZZI LODI
6 CFU a libera scelta. È possibile scegliere tra tutti gli insegnamenti offerti dall'Ateneo. Il Corso di Studio consiglia: (6 CFU)
Anno di corso: 2
Obbligatori Scegli un insegnamento (6 CFU) Scegli un insegnamento (3 CFU)

Descrizione obiettivi formativi specifici

Il corso di laurea magistrale in Industrial Automation Engineering e' finalizzato alla formazione di figure professionali dotate di una conoscenza approfondita degli aspetti teorici e pratici delle discipline ingegneristiche nel settore dell'automazione industriale con attenzione anche alle problematiche economiche e gestionali tipiche delle imprese e dei contesti di mercato. La preparazione sara' completata anche con contenuti nell'area dell'elettronica, delle telecomunicazioni e dell'informatica che sempre piu' sono diffuse nei sistemi di automazione. La didattica e' in lingua inglese, che e' la lingua dominante nel settore dell'ingegneria. Al termine del suo curriculum, il laureato sara' in grado di identificare, analizzare, formalizzare e risolvere in modo innovativo, i principali problemi, anche complessi, tipici dell'automazione industriale. Il laureato sara' in grado di costruirsi una carriera professionale flessibile e aggiornata all'evoluzione della tecnologia e di un mercato del lavoro internazionale che si esprime prevalentemente in lingua inglese. Avra' anche la possibilita' di iniziare un'attivita' di ricerca in uno dei contesti che lo scenario nazionale ed internazionale offrono. Per ottenere questi risultati, nel Corso di Laurea Magistrale, si da' particolare importanza, sia all'approfondimento dei contenuti teorici e pratici gia' acquisiti nel precedente Corso di Laurea, sia allo studio delle tecnologie piu' innovative, in modo che la preparazione fornita non sia soggetta a rapida obsolescenza, ma sia aggiornata all'evoluzione del mondo dell'automazione industriale e consenta di affrontare con sicurezza anche problemi nuovi e dia gli strumenti concettuali per seguire nel tempo i necessari aggiornamenti. Alla preparazione teorica si affiancano significative esperienze di laboratorio, che, assieme alla preparazione della tesi di laurea, consentono di verificare con attivita' pratiche le nozioni apprese durante i corsi. L'attivita' formativa, nella quale particolare importanza verra' data agli aspetti metodologici, sara' organizzata in modo da fornire anche competenze ingegneristiche avanzate per l'esercizio di attivita' di elevata qualificazione nei seguenti ambiti professionali: - progettazione, supervisione e controllo di sistemi robotici; - progettazione di sistemi di automazione per l'industria e i servizi; - metodologie per la modellizzazione, la simulazione e il controllo di sistemi complessi; Il corso di laurea magistrale mira inoltre a fornire le conoscenze su cui basare gli ulteriori approfondimenti nell'ambito di eventuali corsi di studio successivi (Master di II livello e Dottorati di Ricerca). Il Corso di Laurea prevede un certo numero di insegnamenti considerati fondamentali e un gruppo di insegnamenti con i quali si possono poi creare profili professionali avanzati. Questi profili si adeguano nel tempo all'evoluzione della tecnologia nell'area dell'automazione. Sono offerti anche insegnamenti che lo studente puo' scegliere a copertura dei CFU previsti per le scelte libere per variare la propria preparazione e per ottenere una maggiore flessibilita' indispensabile nella professione. Alcuni insegnamenti a scelta potranno essere tenuti in lingua italiana.

Sbocchi professionali

I principali sbocchi occupazionali previsti dal corso di laurea magistrale in Industrial Automation Engineering sono quelli dell'innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi, sia nella libera professione sia nelle imprese manifatturiere o di servizi che nelle amministrazioni pubbliche. I laureati magistrali potranno trovare occupazione presso: imprese elettroniche, elettromeccaniche, spaziali, chimiche, aeronautiche in cui sono sviluppate funzioni di dimensionamento e realizzazione di architetture complesse, di sistemi automatici, di processi e di impianti per l'automazione che integrino componenti informatici, apparati di misure, trasmissione e attuazione. Qui di seguito si elencano alcuni degli ambiti professionali piu' ricorrenti per l'area dell'automazione: - progettazione di sistemi di automazione per l'industria e i servizi; - progettazione, supervisione e controllo di sistemi robotici; - progettazione di metodologie per la modellizzazione, la simulazione e il controllo di sistemi complessi; - direzione della logistica e/o dei servizi al cliente nelle aziende industriali; - direzione operativa nei settori commerciali e tecnici delle telecomunicazioni e della energia.

Conoscenze richieste per l'accesso

Per essere ammesso al corso di laurea magistrale lo studente deve essere in possesso della laurea (ivi compresa quella conseguita secondo l'ordinamento previgente al D.M. 509/1999 e successive modificazioni e integrazioni) o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studi conseguito all'estero, riconosciuto idoneo dagli organi competenti dell'Universita'. Per l'ammissione si richiede inoltre il possesso di requisiti curriculari e l'adeguatezza della preparazione iniziale dello studente. L'accesso alla laurea magistrale in Industrial Automation Engineering presuppone una solida conoscenza nelle discipline ingegneristiche, con una buona preparazione nelle materie di base e nelle materie specifiche dell'ambito dell'ingegneria industriale nei settori dell'automatica, degli azionamenti elettrici e della meccanica. Tali competenze sono precisate dal Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in termini di requisiti curriculari, attraverso la definizione del numero minimo di crediti formativi universitari (CFU) che il candidato deve aver acquisito nella sua carriera pregressa, riferiti alle diverse attivita' formative previste dalla attuale normativa e a singoli settori scientifico-disciplinari e/o a gruppi di settori scientifico-disciplinari, e riconosciuti idonei dal Consiglio Didattico. Per accedere alla laurea magistrale lo studente deve altresi' saper utilizzare fluentemente la lingua inglese, in forma scritta e orale, anche con riferimento ai lessici disciplinari; il livello di conoscenza richiesto sara' esplicitato nel Regolamento didattico del corso di laurea magistrale e fara' riferimento ai livelli di competenza indicati nel Common European Framework redatto dal Consiglio d'Europa. L'ammissione al Corso di Laurea Magistrale e' inoltre subordinata alla verifica dell'adeguatezza della personale preparazione del candidato, con criteri e modalita' fissati nel Regolamento Didattico.