European Languages, Cultures and Societies in Contact

Il corso di laurea magistrale internazionale European Languages, Cultures and Societies in Contact è fondato su un percorso formativo progettato congiuntamente da sette università europee (Università di Coimbra, Università di Iași, Università di Jena, Università di Pavia, Università di Poitiers, Università di Salamanca, Università di Turku) consorziate nel quadro del progetto EC2U (European Campus of CityUniversities).
Il nuovo corso di Laurea Magistrale internazionale, interateneo, multilingue, a didattica mista consente di partecipare ad un’Alleanza Europea (EC2U Alliance) rafforzando i legami culturali, sociali, di ricerca e didattici, con le altre sei università partner.

 

Il corso in sintesi

Durata
2 anni
Crediti
120
Coordinatore del corso
Elisabetta Jezek
Area tematica
Lettere, Filosofia, Lingue
Accesso
Programmato
Lingua
INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO, ITALIANO, PORTOGHESE, FINLANDESE, RUMENO
Classe di Laurea
LM-38 - Classe delle lauree magistrali in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
Sede
PAVIA - Università degli Studi
Anno di corso: 1
Obbligatori Scegli due insegnamenti Scegli due insegnamenti Scegli due insegnamenti Scegli due insegnamenti
Anno di corso: 2
Obbligatori Scegli due insegnamenti 10 CFU a libera scelta dello studente (10 CFU)

Descrizione obiettivi formativi specifici

Il corso di laurea magistrale European Languages, Cultures, Societies in Contact è un corso di studi internazionale fondato su un percorso formativo progettato congiuntamente da sette università europee (Università di Coimbra, Università di Iași, Università di Jena, Università di Poitiers, Università di Salamanca, Università di Turku) consorziate nel quadro del progetto EC2U (European Campus of City-Universities, Grant Agreement n. 101004065-EC2U, vinto a luglio 2020). EC2U è un progetto pilota della European Universities Initiative dell’Unione Europea coordinato dall’Università di Poitiers volto a promuovere la formazione universitaria in Europa istituendo un macro-campus europeo. Il consorzio delle sette Università è chiamato Alleanza EC2U / EC2U Alliance. Nell’ambito di questo progetto è prevista l’attivazione di tre Lauree Magistrali internazionali con selezione in entrata, in cui la mobilità costituisce un elemento essenziale del percorso formativo. Lo studente sceglie l’università in cui trascorrere ciascuno dei quattro semestri, garantendo almeno due mobilità e con il vincolo di poter soggiornare al massimo per due semestri - anche non consecutivi - nella stessa Università. Lo studente svilupperà e scriverà la tesi in co-tutela in un'Università di sua scelta. Le università presso le quali lo studente acquisirà almeno 30 CFU/ECTS nel rispetto dei requisiti minimi di accreditamento nazionale rilasceranno il titolo di studio (a condizione che il corso di studi abbia ottenuto l’accreditamento nazionale), pertanto lo studente conseguirà da un minimo di due ad un massimo di quattro titoli (tipo di titolo rilasciato: titolo multiplo). La/e lingua/e utilizzata/e durante il processo formativo sono le sette lingue delle università partner, ovvero finlandese, francese, italiano, portoghese, rumeno, spagnolo, tedesco e l’inglese. Il corso di Laurea Magistrale European Languages, Cultures, Societies in Contact mira a formare esperti in lingue, culture e società europee attivi nell’ambito della comunicazione interculturale e delle relazioni internazionali, futuri professionisti nella gestione della diversità linguistica, culturale e sociale nell'ambiente europeo. L’elevata competenza linguistica di due lingue europee (C1) richiesta in entrata consente di non incentrare il percorso formativo sull’apprendimento linguistico - che costituisce un prerequisito e non un obiettivo - e di focalizzare l’attenzione, come pertinente alla classe di laurea scelta, sull’approfondimento di conoscenze e competenze come: la competenza linguistico-comunicativa orientata alla comprensione e produzione di testi scritti e orali cui si ricorre nella comunicazione internazionale e in contesti multilinguistici e multiculturali; le abilità digitali, tecnologiche e informatiche per la gestione di tali testi nei vari media; la comprensione del panorama culturale e socio-economico delle aree linguistiche studiate. Completano il profilo competenze di base nell’ambito del trattamento computazionale dei testi per la comprensione di fenomeni linguistici, culturali e sociali. Complessivamente, le attività formative previste dal corso di laurea sono dirette a creare un collegamento interdisciplinare tra gli studi umanistici e le scienze sociali (SSH) a livello europeo, partendo dalle aree linguistiche studiate. Questo approccio formativo mira a porre le basi per la creazione di competenze allo stesso tempo interlinguistiche e interculturali ai fini della comprensione, comunicazione e mediazione internazionali, particolarmente necessari in contesti di diversità e potenziale conflitto con radici nella dimensione linguistica, culturale e sociale. Il laureato in European Languages, Cultures and Societies in Contact, utilizzando le conoscenze e competenze acquisite, può ambire a ruoli professionali di consulente, mediatore, esperto, project manager multilingue, diplomatico a livelli intermedi e alti di organizzazioni, sia in ambito pubblico (enti locali, regionali, nazionali e comunitari, istituzioni che gestiscono progetti internazionali), sia in ambito privato (aziende che operano a livello sovranazionale, musei, fondazioni, case editrici, ecc.), avendo acquisito una formazione essenziale per la comunicazione interculturale nelle relazioni internazionali ed europee. Nello specifico ambito europeo, il corso prepara specialisti che possono contribuire all’elaborazione e implementazione di politiche culturali, sociali e educative all’interno di istituzioni nazionali, dell’Unione Europea o di altre organizzazioni internazionali e del settore privato. Le diverse esperienze possibili per lo studente, a seconda delle università scelte nell’ambito della mobilità, si armonizzano nella formazione di un’unica figura professionale, alla luce del percorso formativo progettato congiuntamente. Il percorso formativo sviluppato in collaborazione con le sette università partner di EC2U comprende 120 CFU/ECTS suddivisi in 30 CFU/ECTS per semestre, per un totale di quattro semestri. Ogni semestre include un insegnamento obbligatorio di 10 CFU/ECTS di carattere metodologico, erogato online da tutte le Università della EC2U Alliance. Gli insegnamenti obbligatori online, previsti negli ambiti delle attività caratterizzanti, vertono su Discourses in Europe, sulle metodologie di ricerca nell’ambito delle European Languages and Literature, sulle metodologie di ricerca nell’ambito delle European Cultures and Societies. Il quarto semestre è dedicato alla ricerca e stesura della tesi di laurea, che ha luogo in co-tutela. Oltre a tali insegnamenti obbligatori impartiti collegialmente da tutti e sette gli Atenei per una porzione dei 10 CFU/ECTS, ciascun semestre (escluso il quarto dedicato alla tesi) include insegnamenti offerti dalle Università partner organizzati attorno a due macro-aree: European Modern Languages and Linguistics (per 10 CFU/ECTS) e European Modern Literatures, Cultures and Societies (per 10 CFU/ECTS). Nel primo e secondo semestre, ogni Ateneo offre da 2 a 4 insegnamenti per ciascuna di queste due macro-aree (attività caratterizzanti e affini), tra i quali lo studente può scegliere per raggiungere i 10 CFU/ECTS richiesti. Nel terzo semestre, invece, lo studente può scegliere liberamente 10 CFU/ECTS tra l’insieme degli insegnamenti globalmente offerti dai diversi Atenei per l’Area European Modern Literatures, Cultures and Societies, mentre per l’Area European Modern Languages and Linguistics lo studente consegue 10 CFU/ECTS nell’ambito di corsi che sviluppano ulteriori conoscenze linguistiche/abilità informatiche. Il quarto semestre è dedicato alla ricerca e alla stesura della tesi di laurea in co-tutela di docenti del consorzio EC2U.

Sbocchi professionali

Esperto in lingue, culture e società europee nell’ambito della comunicazione interculturale e delle relazioni internazionali Con le competenze acquisite, i laureati in European Languages, Cultures and Societies in Contact saranno nella condizione di contribuire al progresso dell'industria culturale europea in qualsiasi Paese dell'UE. Le possibili carriere includono ruoli in settori amministrativi-organizzativi e di pubbliche relazioni presso aziende private che operano a livello sovranazionale (ad esempio aziende specializzate nell'organizzazione di eventi nazionali e internazionali, relazioni industriali e settori dell’editoria); enti, istituzioni pubbliche del terzo settore e organizzazioni internazionali, in particolare l’Unione Europea (nei settori: servizi pubblici, istruzione, educazione superiore, media); organizzazioni non-governative (nell'ambito della cooperazione internazionale e degli aiuti allo sviluppo e delle politiche di integrazione sociale e culturale); centri di ricerca e di analisi; settori pubblici e privati di promozione del turismo. Dopo il completamento della LM internazionale i laureati che mostrano un vivo interesse per la ricerca saranno in possesso di conoscenze teorico-metodologiche e di competenze applicative spendibili anche per l’accesso a programmi di Dottorato di ricerca e/o a Master di secondo livello centrati su aspetti della diversità linguistica, culturale e sociale in Europa. La formazione dottorale si fonderà sulla collaborazione tra le università europee partner grazie al Virtual Institute for Research in Quality Education, previsto dal progetto EC2U, al quale spetta il ruolo di convogliare e far convergere il flusso costante dell’innovazione promossa dai gruppi di ricerca esistenti presso le sette università partner. Il Virtual Institute verrà sostenuto all’interno del consorzio EC2U con finanziamenti mirati, incentivando la ricerca di dottorandi e studenti delle lauree magistrali interessati alla diversità linguistica, culturale e sociale e a metodi di analisi tecnologicamente innovativi e interdisciplinari.

Conoscenze richieste per l'accesso

Per essere ammesso al corso di Laurea Magistrale lo studente deve essere in possesso della laurea (ivi compresa quella conseguita secondo l'ordinamento previgente al D.M. 509/1999 e successive modificazioni e integrazioni) o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studi conseguito all'estero, rilasciato da un istituto di istruzione superiore appartenente a uno stato membro dello Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore che dia diritto all'accesso ai corsi di Laurea Magistrale in un determinato paese partner. Possono essere ammessi anche laureati provenienti da ordinamenti formativi esterni allo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore se in possesso di titolo universitario equipollente. Per l'ammissione si richiede inoltre il possesso di requisiti curriculari e l'adeguatezza della preparazione iniziale dello studente. I requisiti curriculari richiesti sono il titolo di laurea triennale conseguito nelle classi: L-1; L-3; L-5; L-6; L-10, L-11; L-12; L-14; L-15; L-16, L-19, L-20, L-24, L-33, L-36, L-37, L-39, L-40, L-41, L-42, L-43, LMG-1 (ex DM 270/04) e nelle corrispondenti classi ex DM 509/99 e ordinamenti previgenti. Per candidati con titolo di primo livello conseguito in università estere, si valuteranno i requisiti curricolari sulla base dei contenuti formativi del corso di studio di provenienza. Per quanto riguarda la preparazione iniziale, si richiede il possesso di un'adeguata cultura di base in uno o più ambiti afferenti alle Scienze umanistiche e sociali (SSH) (a titolo esemplificativo: linguistica, letteratura, cultura, storia, relazioni internazionali). Si richiede inoltre la conoscenza, certificata, di livello C1 di almeno due delle seguenti lingue (lingua madre compresa): spagnolo, tedesco, francese, italiano, portoghese, rumeno, finlandese e inglese (solo per frequentare il semestre all’Università di Turku). E’ necessario possedere un livello adeguato di comprensione della lingua inglese come lingua franca. L’ammissione prevede una selezione i cui contenuti e modalità sono descritti nell’apposito bando di ammissione, in accordo con quanto previsto dal Regolamento didattico del corso di studio e dal Supplement n. 5 EC2U Consortium Agreement. Per l’ammissione lo studente dovrà presentare l’attestazione del Transcript of records (valutabile fino ad un massimo di 50 punti), gli attestati di conoscenza linguistica (valutabili fino ad un massimo di 20 punti), una Lettera motivazionale e il curriculum vitae (valutabile fino ad un massimo di 30 punti).